E POI IL PIACERE...

Sharjah, la perla nascosta degli Emirati Arabi Uniti

È la capitale culturale del mondo arabo, tra festival letterari, giornate teatrali, manifestazioni artistiche. Ma è anche un emirato cosmopolita, in cui la tradizione convive con la modernità

Riccardo Venturi
Sharjah, la perla nascosta degli Emirati Arabi Uniti

Un concentrato di cultura, con i musei sull’antica tradizione islamica e quelli di arte contemporanea, oltre a centinaia di moschee accanto a tante chiese; ma anche di natura, con le dune del deserto, la più antica foresta di mangrovie della penisola arabica, le corse dei cammelli. Tutto nell’emirato di Sharjah, uno dei sette che formano la Federazione degli Emirati Arabi Uniti, nuova destinazione culturale (e non solo) dell’anno dopo aver preso il posto di Atene come Capitale mondiale del libro Unesco, e dopo che l’Emirato dal 9 al 13 maggio scorsi è stato ospite d’onore al Salone del Libro di Torino. La Sharjah Book Authority (nella foto il presidente Ahmed Al Ameri) si è guadagnata la nomina sul campo: la Sharjah Book Fair, nata nel 1982, è l’evento letterario più importante del mondo arabo, la terza fiera del libro più grande al mondo dopo Londra e Francoforte. Ma l’Unesco ha voluto premiare anche il programma di promozione della lettura nella popolazione, con proposte studiate per coinvolgere la folta popolazione di migranti. A Sharjah ogni famiglia ha una libreria di almeno cinquanta volumi, ed è incoraggiata a scambiarli con amici e vicini. Il grande monumento al libro che campeggia in città non è insomma un simbolo vuoto, ma riflette una pratica reale nella quale lo sceicco Sultan bin Ahmed Al Qasimi crede da tempo: le Giornate teatrali di Sharjah sono nate nel 1984, il Festival Culturale per i bambini nel 1985, la Biennale di Sharjah nel 1993. Prima di diventare capitale mondiale del libro, Sharjah è stata nominata Capitale della cultura araba nel 1998, Capitale della cultura islamica nel 2014, Capitale del turismo arabo nel 2015.

Passeggiando sul lungo laguna di Sharjah si respira uno spirito di apertura culturale cosmopolita. Convivono pacificamente famiglie locali vestite all’occidentale, altre con abbigliamenti più tradizionali, uomini d’affari occidentali in monopattino elettrico, turisti in bermuda. Lo stesso nell’interessante zona artistica, ricca di musei di arte contemporanea e di atelier. Fiere, festival e manifestazioni artistiche animano la vita dell’Emirato, baluardo nella conservazione e promozione dell’immenso patrimonio culturale della tradizione arabo-islamica grazie alla presenza di gallerie d’arte, musei e siti quali il Museo della Calligrafia, un unicum nel mondo arabo, il Museo della Civiltà Islamica che custodisce più di 5000 manufatti artistici tra ceramiche, dipinti e oggetti in vetro, il Sharjah Heritage Museum per scoprire  i vari aspetti della vita quotidiana locale, dall’alimentazione alla religione, il Contemporary Arab Art Museum che ospita le opere di artisti arabi del XVIII e XIX secolo con un ricco repertorio di paesaggi e ritratti, il Museo Archeologico e la Cultural Square, cuore spirituale della città, dove si erge una scultura di oltre 15 metri del Corano, progettata dallo scultore spagnolo Carlos Marinas Rubias. Senza dimenticare la grande moschea di Al Noor. Alla vocazione culturale Sharjah aggiunge quella legata all’eco turismo, grazie a un paesaggio estremamente variegato che va dalle lunghe spiagge affacciate su Mar Arabico e Oceano Indiano fino al deserto, attraverso paludi e foreste di acacie. A meno di un’ora dalla città adulti e bambini possono assistere alle spettacolari corse dei cammelli ad Al Dhaid, vivere l’emozione di un’avventura 4x4 sulle alte dune del deserto di Al Badayer Oasis e visitare il Centro Archeologico di Mleiha, sorto nel 2016 nell’ambito di un ambizioso progetto di eco turismo, per poi concludere la giornata con una grigliata sotto le stelle nel deserto. Sulla costa orientale, invece, le montagne a picco sull’Oceano Indiano offrono scorci sulla Kalba Conservation Reserve, meta dei birdwatchers.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400