MOTORI

Solidità e agilità, alleati
su strada nell’ibrida di Audi

Uguale a se stessa, migliore di se stessa: è la nuova versione dell’A6 Avant 50 TDI 3.0 quattro tiptronic. Che in meno ha solo il manopolone dell’infotainment. Ma in più ha un’attitudine particolare al viaggio

Franco Oppedisano
Solidità e agilità, alleatisu strada nell’ibrida di Audi


E' come la Nutella. Un superclassico conosciuto bene anche dalle non pochissime persone che sono allergiche alle nocciole. Non sappiamo, sinceramente, dire a che numero di versione siamo arrivati, ma possiamo dire senz’altro che è sempre uguale a se stessa e sempre meglio. È un’Audi A6. Basterebbero queste lettere e questo numero per descriverla al meglio, ma proviamo lo stesso a raccontarvela cominciando a dirvi cosa non c’è più. È sparita, infatti, la classica manopola con cui si interagiva per accedere al sistema di infotainment: al suo posto ci sono invece due schermi touch, che confermano i comandi impartiti con una leggera vibrazione e un click e gestiscono un impianto mutimediale MMi ereditato direttamente dalle sorelle più grandi come l’A8, con cui condivide anche la piattaforma. Come ci sono, oltre alla frenata automatica d’emergenza, di serie, 39 sistemi di assistenza alla guida suddivisi in diversi pacchetti. Inoltre, ci sono sospensioni pneumatiche, il retrotreno sterzante, lo sterzo dinamico e il differenziale sportivo. Tutte cose di cui non vi accorgerete neanche, ma vi daranno la sensazione di guidare l’auto in totale sicurezza. Rimane la stessa attenzione ai particolari di sempre, lo stesso comfort durante la marcia, la stessa silenziosità che l’hanno sempre caratterizzata, ma aumenta la sensazione di solidità e di agilità alla guida, due elementi che è sempre  difficile conciliare. Nonostante i suoi quasi cinque metri di lunghezza e le due tonnellate di peso, è attaccata alla strada e affronta le curve, anche quelle più strette senza nessuna sbavatura.

Nelle fasi di rilascio l’A6 può veleggiare a motore spento a una velocità compresa tra 55 e 160 chilometri all’ora

Il bagagliaio della A6 Avant (esiste anche una versione a tre volumi) è un po’ più capiente, la linea è un po’ più sportiva, ma la vera novità non la si vede proprio. Ad affiancare i motori presenti in gamma (due a benzina e tre a gasolio da due o tre litri di cilindrata con una potenza che va da 163 a 286 cavalli) c’è, infatti, un sistema mild hybrid evoluto con una batteria al litio, che sfrutta una rete elettrica supplementare a 48 volt con un motore elettrico collegato a quello termico tramite una cinghia, che svolge le funzioni di motorino d’avviamento e di alternatore per ricaricare la batteria durante le decelerazioni. I risultati? Un’omologazione come ibrida e soprattutto un risparmio di carburante che può arrivare fino a 0,7 litri per cento chilometri. In questo modo nelle fasi di rilascio l’A6 può veleggiare a motore spento a una velocità compresa tra 55 e 160 chilometri all’ora, mentre lo start and stop è attivo sin da 22 chilometri all’ora.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400