Bioexplosion, l'azienda che "sfrutta" i lombrichi

Un'idea nata in provincia di Pisa che permette di trasformare il letame di cavallo in un compost estremamente fertile

Redazione Web
Bioexplosion, l'azienda che "sfrutta" i lombrichi

Bioxplosion, azienda fondata nel 2016 a Migliarino, in provincia di Pisa, ha sviluppato e brevettato un sistema semplice da gestire per convertire il letame di cavallo in fertilizzante. L’idea nasce all’interno della Tenuta Isola, famoso centro ippico per l’allenamento di cavalli da trotto, dove il letame prodotto dai circa 200 animali ospitati costituiva un rifiuto speciale costoso da smaltire. L’imprenditore Luca Mori ha sviluppato Bioxplosion insieme a Tommaso Pardi che si occupa della parte organizzativa e gestionale e alla giovane Violante Mori, responsabile della comunicazione.

Con la collaborazione dell’Università di Pisa, il team di Bioxplosion ha sviluppato un sistema meccanizzato che crea un ambiente ideale per la vita dei lombrichi. Grazie all’incessante lavoro degli “spazzini della terra”, il letame viene digerito e purificato e si trasforma in vermicompost . Rispetto ad altri metodi di lombricoltura, Bioxplosion riduce il lavoro manuale e i rischi connessi alle gestione del ciclo produttivo. La rete di distribuzione dell’humus di lombrico prodotto con il sistema Bioxplosion è attualmente attiva in Toscana, Lazio e Lombardia. È in corso uno studio per adattare il sistema alla trasformazione dei rifiuti organici urbani.
“In un momento di crisi sociali, economiche e ambientali le aziende agricole dovranno diventare autosufficienti” spiega nel video l’allevatore Giuseppe Botti, “La natura dà grandi possibilità e noi dovremmo coglierle al volo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag