Housers finanzia via crowdfunding un nuovo progetto immobiliare

Attraverso il ricavato sarà possibile trasformare il Castello di Castellero nel Monferrato in un luxury resort

Redazione Web
Housing finanzia via crowdfunding un nuovo progetto immobiliare

Due firme d’eccellenza per lo sviluppo del Castellero Timeless Charm Resort: Engel & Völkers e Bertone Design

La community di Housers, società fintech che sta rivoluzionando gli investimenti sul mattone, ha dato il via al finanziamento via crowdfunding del progetto di sviluppo immobiliare a tasso fisso che trasformerà lo storico Castello di Castellero in provincia di Asti in un luxury condo-hotel che prenderà il nome di Castellero Timeless Charm Resort .

Il castello, risalente al quindicesimo secolo, è considerato patrimonio storico e culturale sia per la sua longevità sia per la sua prestigiosa posizione nel territorio del Monferrato che è stato ufficialmente incluso, insieme alle Langhe e Roero, nella lista dei beni del patrimonio dell’Umanità UNESCO.  Per questi motivi l’avvio del progetto ha richiesto l’approvazione della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte. 

Si tratta di una concessione di un prestito del valore di 550 mila euro a Palma Spa, promotore dell’iniziativa che per la vendita della proprietà ha stretto una partnership commerciale con l’agenzia immobiliare di lusso Engel & Völkers. Il progetto prevede, in seguito al finanziamento, la riabilitazione e la ristrutturazione del prestigioso castello (2.468 mq) per un investimento di circa 4 milioni di euro: l’immobile diventerà un condo-hotel di lusso ad uso turistico-ricettivo interamente arredato da Bertone Design, composto da 22 suite premium, una SPA, un ristorante di alto livello, un giardino attrezzato e zona piscine all’interno di un’area complessiva di 12 mila mq.

La fase di vendita inizierà a settembre, ma alcuni lavori preliminari sono già partiti e sempre a settembre, in concomitanza della vendita, partirà la ristrutturazione complessiva. La fine dei lavori è prevista tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020, ma gli utenti inizieranno a ricevere i rendimenti mensilmente a partire dal mese successivo alla chiusura della campagna di crowdfunding.

Lo sviluppo del resort sottoforma di condo-hotel consente di coniugare i vantaggi della proprietà con i servizi tipici delle strutture alberghiere, rendendo di fatto più competitivo questo nuovo modello ibrido rispetto all’acquisto della classica casa vacanze.

“Con questo progetto abbiamo voluto puntare sul recupero di un edificio che ha avuto una storia e che merita di essere riabilitato e di diventare meta turistica – commenta Marco Pennisi, ceo di Palma Spa – e per noi era importante che la realizzazione di questo intervento fosse supportata anche dal mondo fintech: da qui ha origine la partnership con Housers che rappresenta l’operatore di riferimento del real estate nella finanza alternativa. La piattaforma, infatti, ci ha consentito di coinvolgere nel nostro progetto una vasta platea di investitori internazionali, con una flessibilità, competenza e velocità che non sempre è possibile riscontrare nel tradizionale canale bancario. Siamo entusiasti di questa collaborazione e siamo convinti che sarà determinante per il successo del progetto". 

Il Partner commerciale Engel & Völkers, che affiancherà lo sviluppatore nella fase della vendita a settembre 2018, è leader globale nell'intermediazione di immobili residenziali e commerciali di alta qualità, yacht e aeroplani nel segmento premium e opera attualmente in oltre 30 paesi offrendo ai clienti una gamma di servizi professionali su misura.

“Siamo certi che il Resort Castellero sarà un’iniziativa di grande successo – commenta Alessandro Matarozzo, License Partner locale di Engel & ​Völkers – in quanto il Monferrato, cuore geografico del Piemonte, è un territorio dal forte potenziale che accoglie una crescente clientela di tutto il mondo sempre più interessata ed attratta dalle grandi tradizioni enogastronomiche e dalla vivacità culturale che fanno del Monferrato un luogo unico”.

“Questo progetto dimostra che il crowdfunding non è solo uno strumento di investimento per il piccolo risparmiatore o di finanziamento imprenditoriale – commenta Giovanni Buono, ceo di Housers – ma permette anche di dare supporto all’amministrazione per il recupero del patrimonio storico e culturale, sfruttando quel grande potenziale, elemento unico e differenziale, che il nostro paese ha”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag