Che senso ha avuto far impazzire lo spread per poi tornare al 2%?

L'Europa si aspettava dall'Italia l'1,6% di rapporto deficit/pil, la diplomazia sapeva che avrebbe accettato anche l',19-2%, il governo ha sparato un 2,4% poco credibile e adesso, per il peso dello spread e il rischio di una procedura vera, siamo costretti a tornare indietro al 2%. Con oltre 2 miliardi di costi in più già sostenuti per collocare i titoli di Stato in presenza dello spread alto. Politicamente, una figura inqualificabile: altro che rivoluzione. E c'è chi evoca il danno erariale?

Sergio Luciano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag