Alitalia, verso la terza proroga del prestito ponte da 900 milioni

La proroga va concordata con l'Ue, che da aprile scorso ha un'indagine aperta sul prestito: l'avallo è arrivato probabilmente nell'incontro di giovedì a Bruxelles tra il vicepremier Di Maio e la commissaria alla concorrenza Ue Vestager. Un passaggio che può permettere il decollo del nuovo progetto di rilancio del Governo, che ha fatto scendere in campo Ferrovie dello Stato.

Marco Scotti
Alitalia, verso la terza proroga del prestito ponte da 900 milioni

Si avvicina la terza proroga per la restituzione dei 900 milioni del prestito ponte per Alitalia. Una proroga che andava concordata con l'Ue, che da aprile scorso ha un'indagine aperta sul prestito: l'avvallo è arrivato probabilmente nell'incontro di giovedì a Bruxelles tra il vicepremier Di Maio e la commissaria alla concorrenza Ue Vestager. Un passaggio che può permettere il decollo del nuovo progetto di rilancio del Governo, che ha fatto scendere in campo Ferrovie dello Stato per creare
una newco insieme ad un partner internazionale del settore. Le Fs hanno iniziato da una decina di giorni fa la due diligence e stanno già parlando con molti operatori: la soluzione che sembra
profilarsi è quella di un'alleanza con Delta per il lungo raggio e con EasyJet per il breve-medio raggio. Nella newco potrebbe entrare anche il Ministero dell''economia, con la conversione in
equity di una parte del prestito (si parla di circa 300 milioni), mentre si lavora a coinvolgere anche altre partecipate pubbliche (Cdp nelle intenzioni del Governo potrebbe contribuire finanziariamente al rinnovo della flotta).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag