Supermario va in andropausa e Nintendo piange in Borsa

Redazione Web
Supermario va in andropausa e Nintendo piange in Borsa

Le azioni di Nintendo sono diminuite del 9% venerdì dopo che gli analisti hanno detto che l'azienda non era così Super-Mario e vale meno di quanto precedentemente stimato e dopo i deludenti risultati del suo produttore di chip per videogiochi, Nvidia. Gli analisti della banca d'investimento giapponese Daiwa Securities hanno abbassato le loro previsioni sui profitti di Nintendo, poiché credono che l'ultima console dell'azienda - lo Switch - non sarà in tante calze natalizie come previsto. Misery loves company: venerdì, il titolo di Nvidia è sceso del 19% dopo aver riportato vendite inferiori alle attese nel trimestre precedente - e il chipmaker ha previsto vendite più basse di quanto gli analisti speravano. Nvidia produce microchip che vanno in Nintendo's Switch, così alcuni investitori sembravano incolpare la minore domanda di Nintendo - almeno in parte - per le peggiorate prospettive di Nvidia. Quando gli analisti valutano le azioni di un'azienda, prevedono quanto profitto sarà possibile realizzare in futuro e usano queste previsioni per attribuire un valore all'azienda oggi. Ebbene, gli analisti in realtà hanno aumentato le loro previsioni per l'utile annuale di quest'anno - solo dell'1% - ma questo è stato compensato dalla stima dell'anno prossimo, che è stata ridotta di circa il 2%. Sebbene le previsioni fossero meno ottimistiche, gli analisti raccomandavano comunque di acquistare le azioni - ma gli investitori, vedendo forse previsioni di vendita più deboli da parte di Amazon e Alibaba, non sembravano disposti a mantenere la fiducia nelle azioni e hanno comunque venduto le azioni Nintendo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400