Il petrolio inizia a scendere di prezzo, ma non durerà

Redazione Web
Il petrolio inizia a scendere di prezzo, ma non durerà

Nelle ultime tre settimane i prezzi del petrolio hanno registrato un calo a causa delle preoccupazioni per l'aumento della produzione Opec, l'indebolimento della domanda, l'intensificarsi delle guerre commerciali e l'aumento delle scorte.

Il mercato petrolifero rimane deficitario a causa della crescita della domanda e delle crescenti perturbazioni che richiedono una produzione di base più elevata da parte dell'Opec e della Russia per evitare uno stock-out entro la fine dell'anno.
La Goldman Sachs prevede un aumento della produzione Opec e russo di un milione di barili al giorno nel secondo semestre 2018, compensato da un calo degli altri grandi Paesi produttori, mentre la domanda dovrebbe continuare a crescere della domanda superiore alle previsioni fatte finora.
Quindi, nonostante le preoccupazioni sulla produzione possano continuare a pesare sui prezzi nel breve periodo, la Goldman Sachs ribadisce la sua previsione di un'ulteriore ripresa dei prezzi del Brent, oltre gli 82,5 dollari al barile si sia ancora spostata verso l'alto nel corso dell'anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400