Guerra dei dazi, America e Cina ai ferri cortissimi

Redazione Web
Guerra dei dazi, America e Cina ai ferri cortissimi

Nella guerra delle tariffe su quasi tutti i prodotti cinesi lanciata da Trump, i consulenti della Casa Bianca hanno dichiarato che la guerra sarà vinta perché la Cina ha più da perdere degli Stati Uniti, ma intanto commercianti e gli investitori americani se ne stanno come imbavagliati sotto i loro tavoli di mogano, accumulando mazzette di banconote da cento dollari di nei cassetti dei calzini.

La Cina infatti non ha dimostrato, per ora, di avere paura delle ritorsioni contro le tariffe Usa lanciate sulle proprie tariffe, e il prossimo round, durissimo, potrebbe iniziare il 6 luglio, la data fissata dalle tariffe. Proprio come la società di telecomunicazioni ZTE, una società cinese conosciuta come Huawei è già stata da lungo tempo esclusa dal mercato statunitense. E ha ripiegato in Australia, dove sta cercando di approfittare della necessità della nazione di ristrutturare la propria rete mobile.
Anche Huawei teme una guerra fredda sul fronte tecnologico, che vedrebbe l'influenza degli Stati Uniti superare la propria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag