E’ la piccola Singapore la capitale mondiale dell’industria dell’acqua

test test Cognome
Singapore Skyline And View Of Marina Bay At Night

La necessità aguzza l’ingegno. Essendo una piccola isola senza sorgenti, con riserve idriche limitate, una popolazione in rapida crescita e un’economia in espansione, non dovrebbe stupire che Singapore sia diventata un leader globale nella tecnologia di riciclo e conservazione dell’acqua.

E’ quanto rileva Pictet Asset Management in un suo studio.

Un ulteriore motivo di impegno è dato dalla dipendenza da un singolo fornitore per l'importazione dell'acqua, la Malesia. Questo espone il Paese a tensioni diplomatiche.

Di conseguenza, Singapore è determinata a raggiungere l’autosufficienza idrica entro il 2060, un anno prima che scada il trattato per l'importazione dell’acqua stipulato con la Malesia. La città-stato può dare l'esempio ad altre regioni afflitte dalla carenza idrica. Per questo motivo è stata scelta come destinazione per una visita di ricerca condotta dai membri del Pictet-Water Advisory Board (il comitato consultivo del fondo Pictet-Water), il cui compito è quello di fornire pareri al nostro team di investimento sulle più recenti tendenze e novità nel settore idrico.

Pictet Asset Management SA, 60 route des Acacias, 1211 Ginevra 73.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag