QUI PARIGI, APPUNTI DALLA DEFENSE

Il fisco francese paga chi fa la spia

Giuseppe Corsentino
Il fisco francese paga chi fa la spia

È stato l’ultimo atto del governo Hollande: prevedere ricompense per chi fornisce informazioni utili a colpire evasori grandi e piccoli. Ma per evitare vendette, agli spioni verranno chieste “prove concrete”

Si vede che ogni tanto quel sottofondo ideologico giacobino che accompagna da oltre due secoli la storia di Francia riaffiora. Magari come risposta alla corruzione diffusa - non meno che in Italia - nelle classi dirigenti della Quinta Repubblica, tra politici (vedi il caso Fillon che fingeva di assumere la moglie e incassava lo stipendio di assistente parlamentare) e imprenditori (vedi il caso di Bernard Arnault  di Lvmh che si è preso una multa di 400milioni di euro dal Fisco,...

economy mag

CONTINUA A LEGGERE I TUOI ARTICOLI CON

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400