Alis compie quattro anni
un sogno diventato realtà

Nel 2016 il lancio di una sfida associativa di nuova concezione. Per la prima volta un intero cluster, eterogeneo ma accomunato dalla gravitazione infrastrutturale e commerciale, ha trovato sotto la presidenza di Guido Grimaldi una rappresentanza orientata allo sviluppo e alla sostenibilità. Quattro anni di impegni e di realizzazioni, ricostruiti in un video.

Sergio Luciano

L’Alis, Associazione logistica per l’intermodalità sostenibile, compie quattro anni. La giovane realtà associativa, dalla formula inedita, guidata al successo da Guido Grimaldi, che la promosse col supporto di un piccolo gruppo di soci fondatori visionari e del gruppo armatoriale della sua famiglia, ha realizzato un video per sottolineare questo compleanno importante: “Avevamo un sogno, è diventato realtà”. Naturalmente per gradi, e con una successione coerente, ma con risultati straordinari, mai ottenuti prima da nessuno nel mondo dell’associazionismo imprenditoriale.
Nel 2016, l’anno del lancio, si affermò il nuovo modello associativo trasversale (“aspettavo da 45 anni questa formula”, commentò Bruno Vespa conducendo uno dei primi eventi pubblici dell’associazione) così aggregando per la prima volta il popolo del trasporto e della logistica attorno a un comune programma scritto con la forza delle idee e la concretezza delle proposte, del dinamismo, e con l’eccellenza del made in Italy… La filosofia del primo anno intero di lavoro, il 2017, fu quella di ricollocare l’Italia logistica al centro del dibattito europeo con una forte presenza istituzionale a Bruxelles, e intanto lanciare una grande assemblea generale al Parco della Musica, che riscosse un successo di relazioni, pubblico ed eco mediatica sorprendenti.
Il 2018 è stato poi l’anno del fitto dialogo istituzionale, con tante istanze presentate sui tavoli della politica nazionale ed europea, l’anno dell’assemblea generale di Sorrento, un grande evento sul Sud e il suo sviluppo a Manduria, in Puglia; è stato anche l’anno del Cmr elettronico in eslcusiva, dei nuovi strumenti finanziari di supporto alle imprese, l’anno del lancio della App di Alis, servizi e news al servizio dei soci.
Nel 2019 c’è stata la firma del testo unico di rappresentanza con i sindacati e del  protocollo firmato con il Ministero dell’Ambiente, all’insegna di una ricerca costante e globale della sostenibilità, per un pianeta più pulito con i suoi oceani più sani. Ed è stato anche l’anno di una partecipatissima presenza alla Fiera dei trasporti di Verona.
Infine il 2020: l’anno dello sforzo straordinario contro la crisi, ancora in corso; della resilienza, del coraggio indomabile, della determinazione delle imprese del trasporto in una fase che difficilmente dimenticheremo e che ha richiesto impegno eroici. Un anno in cui il settore ha accelerato mentre tutti hanno dovuto rallentare, in cui l’Alis ha comunque potuto riunirsi due giorni a Sorrento e ancora a Manduria, dando prove concrete della volontà di ripartire e crescere. Come settore, naturalmente, ma anche come associazione, forte ormai di una rappresentanza che coinvolge 185 mila lavoratori e 29 miliardi di fatturato.
E’ stato anche l’anno dell’Alis Channel, un media audiovisivo che tutti i giorni punta i riflettori sui valori della semplificazione, dell’innovazione e del cambiamento. Su queste basi, su questi quattro anni di semina e di risultati, Alis è pronta per continuare a scrivere la sua storia di frontiera, insieme al popolo dei trasporti e della logistica…
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400