Autonomi e Partite Iva in piazza
contro le Casse previdenziali private

Il Movimento promosso da Eugenio Filograna domani a Palazzo Madama illustra le ragioni di una protesta destinata ad andare lontano contro le asimmetrie inique nel trattamento previdenziale degli autonomi. Incombono le elezioni Enasarco, una delle casse più discusse.

Redazione Web
Autonomi e Partite Iva in piazzacontro le Casse previdenziali private

Eugenio Filograna

“Statalizzare le casse previdenziali private: tornare a com’erano prima della riforma”: è la forte provocazione di Eugenio Filograna, commercialista milanese, ex parlamentare di Forza Italia e promotore del Movimento Autonomi e Partite Iva che domattina al Senato terrà una conferenza stampa per spiegarne i dettagli. Stiamo parlando di un arcipelago di diciotto casse previdenziali, dal patrimonio complessivo di quasi 90 miliardi, affidate a gestioni autonome anche se controllate dai ministeri del’Economia e del Lavoro, ma – secondo il Movimento - senza un’autentica garanzia di rendimento e trasparenza.
Il riferimento è innanzitutto all’Enasarco, la potente cassa degli agenti di commercio (ne associazione 215 mila) che dal 24 settembre al 7 ottobre prossimi svolgerà le sue elezioni. “Il Covid ha confermato una volta di più che il sistema non regge – spiega Filograna – Senza la copertura dello Stato le pensioni di questi italiani iscritti alle casse sarebbero a rischio, l’Inps offre garanzie che le Casse non offrono e i cittadini lavoratori e contribuenti vengono divisi in serie A e serie B. Per questo noi crediamo che sia inderogabile la nazionalizzazione delle Casse di previdenza, in conformità con quelli che sono i diritti dei lavoratori, sia autonomi che dipendenti”.
La deludente gestione finanziaria del risparmio previdenziale messa in atto da molte, troppe Casse privatizzate – è ancora la tesi di Filograna - mette in grave pericolo il futuro di 1,7 milioni di cittadini contribuenti che rischiano di restare senza pensione. “Preso atto della mancata risposta alle reiterate denunce sporte sulle carenze, le inefficienze e le omissioni di molte Casse Privatizzate da parte delle Istituzioni – recita il comunicato di convocazione dell’evento - a partire dal Ministro del Lavoro, e constatata la sistematica omissione di vigilanza da parte degli organi preposti (Ministero del Lavoro, Corte dei Conti, Covip, Commissione Parlamentare per il Controllo sull’Attività degli Enti Gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale), il Movimento politico
Autonomi e Partite Iva indice a Piazza Montecitorio, Roma, dalle 13 una
manifestazione di protesta nazionale contro le casse privatizzate i cui obiettivi saranno illustrati nella contemporanea Conferenza stampa presso la sala “Caduti di Nassirya” di Palazzo Madama, al Senato.
Prenderanno la parola: il senatore Armando Siri, per la Lega; Eugenio Filograna e Stefano Ticozzelli Silenti. L’evento si avvarrà del supporto
di Federcontribuenti. “L’allarme va rilanciato con la massima energia per la perdurante, grave lesività della gestione finanziaria che molte Casse privatizzate fanno dei patrimoni ad esse affidati da 1,7 milioni di contribuenti – conclude il documento - Pesano contro gli autonomi le misere pensioni erogate dalle Casse privatizzate, l'età pensionabile più alta rispetto a quella dei pensionati Inps, le minori tutele assistenziali e la discriminante del doppio obbligo contributivo ai fini previdenziali, oggi ancora imposto ad alcune residuali categorie, come ad esempio agenti di commercio e farmacisti dipendenti, ulteriormente beffati dalla mancata applicazione del cumulo previdenziale per il recupero dei contributi silenti”.
 
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400