Boschi E.ON: 100.000 alberi per una sostenibilità energetica integrata

Redazione Web
Boschi E.ON: 100.000 alberi per una sostenibilità energetica integrata

Il più grande progetto di forestazione realizzato in Italia da un’azienda privata ha tagliato quest’anno il traguardo di 100.000 alberi piantumati 34 aree selezionate in 8 Regioni italiane (Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige, Lazio, Umbria e Puglia) per una superficie complessiva di 99,6 ettari.

Si tratta dei Boschi E.ON, progetto di sostenibilità integrata lanciato dieci anni fa da E.ON, tra i maggiori operatori energetici al mondo a capitale privato e tra i principali in Italia, con l’obiettivo di integrare la sostenibilità nel proprio core business, coinvolgendo direttamente anche i propri stakeholder.

L’azienda ha infatti ideato un’offerta dedicata, E.ON GasVerde, comprensiva della piantumazione di un nuovo albero per ogni sottoscrizione, e ha incluso nel proprio programma di loyalty l’opzione di dedicare i punti accumulati a ulteriori piantumazioni.  Sono state anche ideate formule per il segmento business: ad esempio, nell’ambito della partner decennale con ANACI, l’azienda ha inaugurato a Chieri (TO) un Bosco E.ON riservato ai condomini associati sottoscrittori delle offerte dedicate.

Elemento fondamentale è stata anche la scelta di un partner qualificato per la realizzazione concreta degli interventi di rimboschimento, che sono progettati e realizzati in collaborazione con AzzeroCO2, società di consulenza per la sostenibilità e l’energia fondata da Legambiente, e Kyoto Club, secondo una propria metodologia ispirata alle linee guida “Good Practice Guidance for Land Use, Land-Use Change and Forestry” definite dall’IPCC nel 2003.

I benefici per i territori che ospitano i Boschi E.ON, selezionati anche per essere vicini alle aree di maggior concentrazione dei clienti dell’aziende, sono molteplici: oltre all’assorbimento delle emissioni di anidride carbonica – ogni albero arriverà ad assorbire fino a 700 kg di CO2 durante il proprio ciclo di vita - e alla cattura delle polveri sottili, la creazione dei Boschi favorisce la biodiversità vegetale e animale, lo sviluppo di ecosistemi naturali, la riduzione dell’inquinamento acustico, la mitigazione delle isole di calore e il miglioramento paesaggistico.

I Boschi E.ON riflettono la visione di E.ON della sostenibilità come key driver di trasformazione del futuro, fondamentale per rispondere alle aspettative della società, agendo con responsabilità sociale e nel rispetto delle risorse naturali. L’azienda si è data conseguentemente tre obiettivi principali per il proprio operato: ridurre l’impatto ambientale attraverso la decarbonizzazione, aumentare l’efficienza energetica, anche con la riduzione delle emissioni e della carbon footprint, e rendere l’energia verde la fonte di energia primaria in tutti i settori.

In Italia, E.ON adotta un approccio olistico verso la sostenibilità, partendo dall’interno dell’azienda per coinvolgere persone e comunità e creare una community di persone consapevoli, dove condividere idee e buone pratiche, attraverso progetti concreti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400