STORY LEARNING

La gig economy
fa la spesa online

Pochi click per scegliere prodotti e supermercato e sarà un “personal shopper” freelance a fare la spesa (e consegnarla): è il modello innovativo della piattaforma Supermercato24

Marco Scotti
La gig economyfa la spesa online

Ora che le file ai supermercati iniziano a diventare un ricordo sbiadito, ci sono delle tendenze che ci porteremo dietro forse in modo definitivo. Una di queste è che la spesa a domicilio - proveniente dai grandi punti vendita della distribuzione organizzata o dai negozi di quartiere – è una comodità che molti non vorranno più abbandonare. Un trend che era già in crescita che ha subito un boom durante le settimane del lockdown più duro. Un player importante di questa nuova concezione della spesa a domicilio è Supermercato24, fondata nel 2014, che ha chiuso il 2019 con 30 milioni di fatturato, con un costante raddoppio anno su anno. «Quest’anno avremmo dovuto fare +100% - ci spiega il Ceo Federico Sargenti - ma “grazie” al lockdown prevediamo un risultato ancora più interessante. Siamo presenti in oltre 40 città in Italia e ci siamo espansi anche all’estero, in Polonia, in cui abbiamo un presidio in sette comuni. Abbiamo già raccolto 30 milioni in sei anni e abbiamo intenzione di fare un ulteriore aumento di capitale nei prossimi 6-12 mesi per traghettare la nostra strategia di crescita». Che cosa fa Supermercato24? Fa la spesa al posto del consumatore. Nel senso che chi si iscrive sulla piattaforma può scegliere i prodotti – freschi, condizionati o di qualunque altro tipo – e il supermercato in cui acquistarli. Un personal shopper si reca nel punto vendita e svolge le operazioni di acquisto esattamente come farebbe l’utente. «I personal shopper sono dei freelance – continua Sargenti – che decidono quando lavorare e come farlo. Danno delle disponibilità di fascia oraria e il cliente che si iscrive sulla piattaforma trova degli slot liberi. La loro retribuzione prevede un minimo fisso, che può aumentare in base alla spesa che viene fatta e alla distanza da percorrere. Diciamo che, su una spesa media, la retribuzione del personal shopper va da 6 a 11 euro lordi. Dopo una prima diminuzione durante i giorni più duri e preoccupanti del lockdown, abbiamo poi avuto un aumento delle richieste: in questo modo siamo riusciti a quadruplicare i volumi rispetto ai giorni pre-Covid».

Durante le settimane di lockdown la piattaforma di supermercato24 è stata presa d’assalto per evitare i rischi di contagio

Durante le settimane del lockdown più serrato, tutte le piattaforme di e-shopping sono state prese d’assalto. Un problema analogo, seppur più in piccolo, è stato vissuto anche da Supermercato24: «C’è stato un aumento pazzesco dellle richieste – chiosa Sargenti – come se avessimo costruito uno stadio da 80mila posti e si fossero presentati in due milioni. All’inizio abbiamo avuto difficoltà a rispondere a tutte le richieste che sono arrivate sul sito. Anche perché da quando siamo nati ci siamo sempre rivolti a chi non aveva tempo di fare la spesa o a chi aveva difficoltà di movimento. E improvvisamente ci siamo ritrovati “assediati” da continue richieste. Il che è stato sicuramente positivo per il nostro business, ma ha anche prestato il fianco ad alcuni problemi. Prima di tutto, quello della sicurezza: come fare a garantire che non ci fossero contatti tra i personal shopper e gli utenti della piattaforma? Ovviamente non era possibile, ma abbiamo garantito chi lavora per noi con polizze ad hoc e dispositivi di protezione individuale sin dall’inizio della pandemia».

Il modello di business prevede che Supermercato24 si comporti come un retailer dimensionalmente più rilevante: i personal shopper non usano i magazzini dei punti vendita della Gdo, ma fanno la coda esattamente come gli utenti. «Questo – conclude Sargenti – per essere più veloci e capillari. Durante i giorni del lockdown e delle lunghissime code davanti ai supermercati, abbiamo concordato con i nostri partner un meccanismo di “salta-fila” per i nostri shopper».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400