Concorrenza

La Corte di giustizia Ue salva Apple:
nessun aiuto di Stato in Irlanda

La sentenza ha ribaltato la decisione dell’Antitrust, che aveva ingiunto ad Apple di pagare 13 miliardi di euro al governo irlandese per i vantaggi fiscali ottenuti

Redazione Web
La Corte di giustizia Ue salva Apple:nessun aiuto di Stato in Irlanda

Il ministro delle Finanze irlandese Paschal Donohe ha affermato che "l'Irlanda è sempre stata chiara rispetto al fatto che non ci sia mai stato un trattamento di favore per le due società di Apple”

La Corte di giustizia dell’Ue ha ribaltato la decisione dell’Antitrust, che aveva ingiunto ad Apple di pagare 13 miliardi di euro al governo irlandese per i vantaggi fiscali ottenuti, giudicati illegali dalla Commissione Ue e definiti come “aiuto di Stato”. Secondo quanto stabilito dalla sentenza della Corte Ue, invece, i benefit fiscali non sono considerabili come aiuti di Stato illeciti. Il governo irlandese ha accolto positivamente il giudizio della Corte di giustizia dell'Ue. Il ministro delle Finanze irlandese Paschal Donohe ha affermato che "l'Irlanda è sempre stata chiara rispetto al fatto che non ci sia mai stato un trattamento di favore per le due società di Apple. La corretta somma di denaro è stata addebitata seguendo le normali regole fiscali irlandesi". Il portavoce del partito Sinn Fein Pearse Doherty ha invece dichiarato che "oggi è stato un brutto giorno per i contribuenti irlandesi". Un altro membro dell'opposizione ha risposto alla notizia affermando che la decisione del governo di non accettare la somma di denaro rappresenta un "tradimento economico", specialmente vista l'attuale crisi causata dalla pandemia di coronavirus.
Il commissario europeo alla Concorrenza, Margrethe Vestager, ha reagito alla sentenza affermando di voler proseguire la propria azione di contrasto alle misure fiscali impiegate dalle multinazionali sul continente europeo. Vestager ha spiegato di voler studiare la sentenza prima di decidere le sue prossime iniziative. La Commissione europea “continuerà a tenere sotto osservazione le misure fiscali aggressive nell’ambito delle normative Ue sugli aiuti statali, per capire se esse siano irregolari”, si legge in una nota. Gli aiuti di Stato, secondo Vestager, devono andare di pari passo “con i cambiamenti nella filosofia aziendale e la giusta legislazione per affrontare scappatoie e assicurare la trasparenza”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400