Bill Ackman, rastrella 3,5 miliardi in Borsa…a scatola chiusa

Redazione Web
Bill Ackman, rastrella 3,5 miliardi in Borsa…a scatola chiusa

Il leggendario investitore Bill Ackman sta pianificando un'offerta pubblica iniziale di 3,5 miliardi di dollari (IPO) di una società "assegno in bianco" con la possibilità di acquistare altre attività a piacimento. È una "special-purpose acquisition company" (spac) è quotata in borsa per raccogliere fondi da investitori pubblici. Ma in realtà non fa nulla: non ha entrate o profitti propri. L'unico obiettivo di una spac è quello di trovare un'altra società (di solito privata) con cui fondersi e in cui trasformarsi. In un certo senso, è una versione meno a lungo termine della strategia di buy-and-hold favorita da un altro miliardario, Warren Buffett, che usa i mercati pubblici solo per finanziare gli acquisti di aziende private.

Le spac sono strumenti di investimento collaudati e collaudati. Ad esempio, l'anno scorso l'azienda di viaggi spaziali Virgin Galactic ha "reso pubblica" l'acquisizione di una spac già quotato in borsa. Dopo un certo lavoro amministrativo, dopo aver cambiato il nome della società e il ticker azionario, gli investitori hanno potuto acquistare direttamente in Virgin Galactic.

Le società con assegno in bianco sono popolari su entrambi i lati dell’oceano: nel Regno Unito, la Non-Standard Finance è diventata pubblica nel 2015 come spac focalizzata sulle società di credito, sostenuta in modo prominente dal (in)famoso investitore Neil Woodford. E la loro popolarità è in crescita: l'anno scorso, le società di assegni in bianco hanno raccolto circa 13 miliardi di dollari. Uno dei motivi potrebbe essere lo sconto sul valore del denaro raccolto che gli investitori spesso ricevono al momento del primo acquisto - che scompare prontamente una volta speso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400