American Airlines cerca 3,5 miliardi
di dollari collocando azioni e bond

Redazione Web
American Airlines cerca 3,5 miliardi di dollari collocando azioni e bond

American Airlines, il colosso dell’aviazione civile Usa, intende vendere 750 milioni di dollari di nuove azioni e la stessa quantità di "obbligazioni convertibili", oltre ad emettere altri 1,5 miliardi di dollari di obbligazioni ordinarie e a contrarre un prestito di 500 milioni di dollari. Le obbligazioni convertibili hanno il potenziale per diventare azioni della società che le emette. Oltre al regolare pagamento degli interessi, offriranno agli investitori un'opportunità potenzialmente interessante di possedere azioni americane, se le sue prestazioni sono buone: la conversione dipende tipicamente dal fatto che il prezzo delle azioni raggiunga un livello più alto di quello fissato per esercitarla. In cambio, American probabilmente la farà franca pagando un tasso d'interesse più basso rispetto alle obbligazioni tradizionali - e, non essendoci alcuna garanzia che le obbligazioni si convertano, forse diluirà il valore delle sue azioni di meno che se vendesse ancora più azioni nuove. Ciononostante, il prezzo delle azioni americane è sceso del 7% lunedì.

La nuova iniezione di carburante dovrebbe aiutare American Airlines a sopravvivere alla prolungata flessione del traffico aereo: si prevede che le entrate del secondo trimestre saranno inferiori del 90% rispetto a questo periodo dell'anno scorso. E non è la sola: La scorsa settimana Delta Air Lines ha detto che attualmente ha una capacità del 15% e non prevede di smettere di perdere soldi fino alla prossima primavera. Secondo quanto riferito, la compagnia aerea United sta pianificando di vendere 5 miliardi di dollari di debito questa settimana - e le aziende colpite dal coronavirus da Hilton a PepsiCo stanno accumulando denaro come se stesse andando fuori moda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400