Notizie.it, in tre anni nella top-venti delle news on-line

Il sito lanciato da Massimiliano Squillace si è piazzato al diciottesimo posto nella graduatoria del siti di informazione nazionali. Storia (e progetti) di un successo con pochi procedenti

Sergio Luciano
Notizie.it, in tre anni nella top-venti delle news on-line

Massimiliano Squillace

Una “top-twenty” non è roba da poco. Tantomeno in quella galassia gremita di voci, rumori e frastuoni che è il web. E il fatto che cinque giovani imprenditori, in questa galleria dei suoni, abbia saputo infilarsi addirittura al diciottesimo posto – con oltre 3 milioni di visitatori unici al mese - della classifica dei primi venti siti di news italiani, in soli tre anni e con il bilancio in attivo, non è cosa da poco. Anzi, diciamolo: è un primato da Guinness. “Non esageriamo, ma è vero: siamo molto contenti – riconosce Massimiliano Squillace, amministratore delegato della società - Non ci montiamo la testa, comunque: restiamo un’azienda piccola e prevalentemente informatica, e competiamo con colossi editoriali che hanno le spalle larghe con molte risorse, umane e finanziarie”.
Rara e apprezzabile umiltà, nell’ambiente del web. Che non toglie (semmai aggiunge) meriti all’impresa, che funziona in un modo decisamente innovativo, che potrà far storcere il naso a qualcuno ma è efficace e – incredibile a dirsi – valorizza ancora fortemente il contributo umano in un’epoca in cui da più parti si stanno sperimentando applicazioni dell’intelligenza artificiale alla scrittura capaci di rifriggere in cento modi diversi gli stessi elementi di base, trasformando insomma il copia-e-incolla degli albori del web in un sistema industrializzato che spamma la stessa robaccia truccandola da roba nuova.
“Niente di tutto questo – ribadisce Squillace – la nostra è una vera e propria redazione diffusa, naturalmente diffuda sul territorio, gestita da un sistema centrale che smista le richieste di produzione sui temi che gli spider, nel web, riscontrano essere di maggior interesse. Quindi noi assegnamo ai vari collaboratori giornalistici i temi da sviluppare e un tempo limite per farlo, secondo le linee guida condivise all’inizio della collaboratore e le regole Seo”.
Si va dalla mezz’ora concessa per una breaking-news alle 24 ore per un evergreen di servizio. Poi ci sono gli articoli firmati da autori importanti, per esempio Tony Capuozzo, che sono valorizzati sul web come in home page”.
Mensilmente scrivono su Notizie.it 300 autori, su 10 mila registrati come tali nell’insieme. E producono circa 1000 articoli al giorno, più di tre a persona. “Tra questi collaboratori – precisa Squillace - ce ne sono di quelli che fanno quest’attività come principale professione e chi come hobby, ma pur sempre con un mordente e un impegno di tipo assolutamente giornalistici”.
Tutto bene, dunque? “Anche no – replica, nuovamente sincero Squillace – Siamo in crescita e abbiamo bisogno di nuovi talenti informatici da prendere in squadra. Ebbene, non è per niente facile. E poi… il mercato pur riconoscendoci valore non lo fa, secondo noi, abbastanza, perché non coglie fino in fondo la differenza che c’è tra i nostri contenuti, comunque tutti autoriali, e quelli di certa concorrenza, che aggrega indiscriminatamente roba del tutto priva di affidabilit e identità”.
Da qui la scelta di aprire a firme importanti, da qui anche un’imminente partnership con Economy Group, naturalmente sui temi dell’economia e della finanza. “Stiamo imparando sempre meglio a dare ai nostri tanti lettori un prodotto mass-market di qualità”, concude Squillace. “Abbiamo una testata fantastica, un esercito di ottimi collaboratori, firme importanti: con queste premesse, non potrmo che andar sempre meglio”, e giustamente alla fine non fa più il modesto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag