E poi il piacere

La classe dei Windsor
per vacanze da sogno

Bahamas irresistibili: alla scoperta di Nassau e Paradise Island. Con un tuffo dove l’acqua è più blu e un hotel davvero unico: il Graycliff, dove abitarono Edoardo VIII e Wallis Simpson

Saverio Paffumi
La classe dei Windsorper vacanze da sogno

L'arcipelago delle Bahamas è la quintessenza del “mare meraviglioso”, di un colore e di una trasparenza ineguagliabili. Immersioni facili o impegnative, snorkeling sulla barriera corallina, vacanze tra spiaggia e SPA all’insegna del relax, della buona cucina, o romantiche fughe su qualche isolotto deserto, sono alcune delle tante opzioni possibili. Le due isole di New Providence -dove si trova la capitale Nassau - e Paradise Island, vicinissime fra loro, custodiscono quanto di più prezioso e interessante si possa esplorare in fatto di storia, cultura, tradizioni, con un occhio particolare allo shopping. Tra i musei, da non perdere quello dedicato ai pirati, Pirates of Nassau (a Nassau aveva trovato rifugio il Pirata Barbanera, Edward Teach), l’Heritage Museum delle Bahamas, nella casa di lord Mountbatten, e la National Art Gallery Of The Bahamas. Nel cuore della vecchia Nassau, vicinissimo alla Government House, ai musei sopra segnalati e a pochi minuti dalle spiagge di sabbia bianca, c’è un hotel davvero unico.

Merito dell’innesto, sulla tradizione locale, di un’accorta e amorevole gestione familiare… italiana. Sì, perché questa elegante dimora è diventata un prestigioso hotel con 20 fra stanze e suite, grazie a Enrico e Anna Maria Garzaroli (lui lombardo, lei piemontese), che lo acquistarono nel 1973. «Quando i miei genitori si sono trasferiti, affascinati anche dalla dolcezza del clima e dalla bellezza dell’arcipelago», racconta Roberta Garzaroli, «io avevo 10 anni, mio fratello Paolo 7». La carta vincente è stata non stravolgere ma curare e valorizzare l’eccezionalità di una grande casa con una grande storia. Costruita nel 1740 dal bucaniere John Howard Graysmith sulle rovine della prima chiesa anglicana di Nassau, è stata testimone dell’epopea della pirateria, poi quartier generale della marina militare americana (1776), circolo ufficiali del West Indian Regiment durante la guerra di secessione Usa (1861-1865). All’epoca del proibizionismo la proprietaria era Polly Leach, amica di Al Capone. Negli anni Sessanta del secolo scorso, i nuovi padroni di casa, Lord e Lady Dudley, ospitarono personaggi come il duca e la duchessa di Windsor (l’ex re Edoardo VIII e Wallis Simpson), Lord Mountbatten e Winston Churchill. Già esperti del settore alberghiero i Garzaroli hanno mantenuto decor e mood degli ambienti, ammodernando via via il comfort e i servizi: aria condizionata, Wi-Fi, telefoni in camera, televisione cavo ecc.  Le stanze hanno nomi che richiamano la storia del Graycliff e delle Bahamas.  Per esempio la camera che hanno abitato i Windsor. Tra i fiori all’occhiello del Graycliff, accessibili anche a chi è ospite di altri alberghi e resort, il rinomato ristorante con un tocco di cucina italiana e la terza cantina privata al mondo per numero di bottiglie (275mila), una manifattura di sigari ricercatissimi e una produzione di cioccolato, entrambe interne alla proprietà. Chi è interessato può assistere e partecipare alla realizzazione dei sigari e della cioccolateria. Altri tour sono dedicati alla visita della città e dei vicini musei. Il Graycliff è più di un semplice hotel: «Certi clienti», dice Roberta, «tornano più volte all’anno e lasciano qui i loro vestiti, che gli facciamo trovare in camera al loro ritorno». Il personale è fidato e preparatissimo: «La maggior parte dei dipendenti lavora con noi da più di 20 anni». Serietà e serenità che si riverberano sul benessere dei clienti, in termini di gentilezza, attenzione, professionalità.

Nel sito bahamas.com la lista completa degli hotel e ulteriori informazioni sulle altre isole e le attività di questo bellissimo arcipelago. Per organizzare il viaggio e il soggiorno rivolgetevi alla vostra agenzia di fiducia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400