piaceri - motori

Cabrio Amg o non Amg,
questo è il dilemma

Tre lettere che fanno la differenza e non solo nel prezzo: ogni motore è montato a mano e firmato dal tecnico che l’ha assemblato. Il risultato è una risposta brillante ai comandi e una spiccata dinamica di marcia

Che senso ha confrontare una normale Mercedes Classe E Cabrio con la sua versione E53 Amg? Pensate che sia come mettere in gara un ristorante stellato contro una pizzeria? Ebbene, non è vero: quella “pizzeria” è una signora auto. Avercene di auto con questa eleganza, bellezza, raffinatezza. Ma poi c’è la questione della vil pecunia di mezzo: il prezzo. C’è una differenza sostanziale di listino che bisogna mettere sul piatto quando si sceglie una versione o l’altra.

Chiunque, quando sceglie un’auto, parte dal budget. Altrimenti non dubitiamo che in giro vedremmo solo auto di gran lusso. E in questo caso, poi, non si tratta di utilitarie, ma stiamo parlando sempre di auto di alto livello. Cercare di capire cosa le differenzia e perché hanno prezzi tanto diversi, pur avendo una base comune può essere utile a chi, forse, sta pensando di comprarsi una gran bella cabriolet e interessante anche per chi, sfortunatamente, non lo sta facendo.


In comune

Tutte le Classe E Cabrio hanno in comune una linea bellissima, quattro posti comodi e interni di altissimo livello. In più tutte hanno di serie il cambio automatico a 9 rapporti 9G-Tronic, con regolatore e limitatore di velocità, comandi al volante per l’uso sequenziale, il porgicintura automatico per guidatore e passeggero anteriore che può essere azionato anche da un apposito tasto sul cruscotto e una buona dose di elettronica per la sicurezza e il comfort di marcia. La versione Sport, senza supplemento di prezzo, ha i fari a led, l’aircap, una tendina che si alza sopra il parabrezza per rendere più confortevole la marcia quando si viaggia con la capote abbassata, cerchi in lega da 18 pollici e una telecamera posteriore.

Anche la classica Classe E Cabrio dispone, più o meno, di tutti gli accessori che si trovano sul top della gamma Amg, ma per averli bisogna perdersi dentro la solita marea di optional a pagamento legati tra loro in pacchetti, scegliere la motorizzazione diesel o benzina, scegliere la trazione a due o quattro ruote motrici. E magari farsi aiutare per non diventare matti. La versione Amg ha di tutto e in più degli elementi esclusivi


Fuori

All’esterno le differenze tra le altri versioni e la Mercedes Classe E53 Amg sono quasi tutte poco significative e quelle che si notano di più sono le scritte discrete sulla calandra, sul portellone o sul parafango anteriore e quella, molto evidente, sui dischi di grandi dimensioni (370 x 36 mm con pinze fisse a 4 pistoncini) in materiale composito autoventilanti montati sull’asse anteriore. Un po’ più rilevanti sono il piccolo alettone posteriore, i rivestimenti sottoporta (certo, bisogna aprire la porta per vederli) e le mascherine tonde in cromo lucidato a specchio dei doppi terminali di scarico, ma bisogna proprio andarle a cercare e, più che un elemento di distinzione, sono una logica conseguenza di una diversa motorizzazione.


Dentro

All’interno dell’abitacolo i sedili sportivi bicolore hanno un motivo grafico specifico e la targhetta Amg, mentre le cinture di sicurezza sono rosse e ci sono  elementi decorativi in carbonio o fibra di vetro argento opaco. Anche il volante è made in Amg, realizzato in pelle nappa con possibilità di personalizzazione, ad esempio mediante inserti in legno laccato lucido o rivestimenti in microfibra in corrispondenza dell’impugnatura.


Meccanica

Tra gli altri elementi tecnici di spicco figurano il cambio a 9 marce Speedshift Tct Amg e una trazione integrale completamente variabile 4matic+ Performance Amg, ma bisogna essere degli esperti per sentire  la differenza rispetto alla loro versione normale. Quello che si sente subito, invece, è il motore, che torna, come lo era in passato, a essere il protagonista assoluto dell’auto. Non tanto per la potenza (435 cavalli che non sono davvero pochi) quanto per il suono e per la perfezione della meccanica. I motori Amg sono un’opera d’arte. Ogni propulsore che esce dalla fabbrica tedesca di Affalterbach, dai quattro cilindri in linea e i ai V12, è montato a mano seguendo la filosofia di “one man, one engine” perché ogni motore è affidato a un unico tecnico che ne è responsabile in ogni aspetto, dal montaggio dell’albero nel blocco motore fino all’inserimento degli alberi a camme, dal cablaggio fino al riempimento con olio motore. Non è una produzione in serie e ogni motore, come un’opera d’arte, viene firmato dal tecnico che l’ha creato. Il risultato pratico è una risposta molto brillante ai comandi dell’acceleratore e una spiccata dinamica di marcia. Insomma è un piacere sentirlo e guidarlo. In più l’ultima versione della Classe E53 Amg cabriolet monta un tre litri a benzina in linea  con sovralimentazione doppia mediante turbocompressore a gas di scarico e compressore elettrico supplementare  perché dispone di motorino d’avviamento/alternatore EQ Boost che  in un potente motore elettrico le funzioni di motorino di avviamento e di alternatore ed è installato tra il motore e il cambio. Questa innovazione, ma anche la sovralimentazione intelligente con compressore elettrico supplementare e turbocompressore a gas di scarico, incrementano le performance e la dinamica, riducendo nello stesso tempo i consumi e le emissioni. Niente da dire sui quattro o sei cilindri realizzati da Mercedes, ma quello fatto a mano da Amg sono un’altra cosa.


Il costo

La versione base (come abbiamo detto già largamente accessoriata) con due ruote motrici e un motore diesel da due litri e 143 cavalli (E220d) costa 62 mila euro di listino. Se invece si vuole un tre litri a benzina da 367 cavalli a trazione integrale (la versione che non sappiamo perché si chiama E450) si arriva a 74.380 euro. Più o meno la stessa cifra (74.150 euro) se si vuole invece un motore ibrido bisogna accontentarsi del due litri a benzina (E350) da 299 calli più 13 dal propulsore elettrico.  La versione Amg costa 101.960 euro, un mezzo appartamento a Milano e uno intero in quasi tutta Italia. Una follia per chi non se lo può permettere, la scelta giusta per chi può farla.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400