APPROFONDIMENTI - Letture

La strega di Hansel e Gretel
si "mangia" 4,5 miliardi l'anno

Lo scandalo di Bibbiano svela un inquietante business sulle spalle dei bambini. E ora il libro-inchiesta del giornalista Maurizio Tortorella cerca di fare un po' di chiarezza sull'opaco fenomeno degli affidi dei minori

Oreste Ferrari
La strega di Hansel e Gretel si "mangia" 4,5 miliardi l'anno

La denuncia è clamorosa: lo scandalo dei bambini di Bibbiano potrebbe essere la classica punta dell’iceberg e nascondere un business immenso. Nell’inchiesta, esplosa a fine giugno, la Procura di Reggio Emilia sostiene che molti minori (ora si indaga su una settantina di casi) siano stati sottratti illecitamente alle famiglie per essere affidati ad amici dei responsabili dei servizi sociali locali e a case-famiglia private. Gli inquirenti ipotizzano che a motivare gli allontanamenti, giustificati con false diagnosi di abusi e con prove manomesse, siano stati anche gli elevati compensi riconosciuti agli psicologi del Centro Hansel e Gretel di Claudio Foti, retribuiti con parcelle da 170 euro orari contro tariffe di mercato vicine alla metà.

Ma un libro adesso lancia un dubbio più inquietante ancora: e cioè che in tutta Italia il fenomeno degli affidi minorili sia cinicamente «gonfiato» da interessi economici. Maurizio Tortorella, nella sua inchiesta "Bibbiano e dintorni" (pubblicata da Paesi Edizioni in un volume di 224 pagine) stima che la spesa pubblica, tra trasferimenti di bambini nelle case-famiglia e il loro affidamenti ai servizi sociali comunali, valga almeno 4,5 miliardi di euro l’anno. È una spesa opaca, su cui nessuno ha mai fatto indagini. Nessuno, del resto, sa nemmeno quanti siano i minori coinvolti. La stima più recente è del Garante dell’infanzia, che nel 2015 ipotizzava fossero circa 457mila i bambini presi in carico dai servizi sociali. Il Garante stimava che 91mila di loro fossero stati segnalati per «maltrattamenti subiti», quindi è da supporre fossero affidati alle case-famiglia.

Regioni e comuni spendono da 35 fino a 416 euro al giorno per ogni minore allontanato. Su come vengano impiegati questi soldi nessuno indaga

È da queste statistiche che partono le stime sul business. Bibbiano e dintorni dispone di documenti ufficiali da cui emerge che Comuni e Regioni spendono da 35 fino a 416 euro al giorno per ogni bimbo allontanato: le cifre più alte riguardano le comunità terapeutiche, dove finiscono i minori con i più gravi problemi. Il libro interroga Francesco Morcavallo, un ex giudice del Tribunale dei minori di Bologna (l’ufficio che si occupava anche dei bambini di Bibbiano) uscito dalla magistratura nel 2013 in polemica contro l’eccessiva facilità degli allontanamenti. Più prudente rispetto al Garante, l’ex magistrato ipotizza che nelle case-famiglia siano ospitati 50mila bambini. Ipotizzando una media di 200 euro al giorno, la spesa annua sarebbe di 73mila euro per ogni minore. Moltiplicando la cifra per 50mila, solo per le case-famiglia la spesa pubblica arriverebbe a 3,6 miliardi. Per usare estrema prudenza, Morcavallo riduce la stima a meno della metà: 1,5 miliardi.

C’è poi la seconda voce, quella dei minori affidati ai servizi sociali ma lasciati ai genitori. Il Garante dell’infanzia stima siano 366mila, ma per evitare accuse di spettacolarizzazione Morcavallo li riduce a meno di un terzo: 100mila. «Ognuno di loro», avverte l’ex magistrato in Bibbiano e dintorni, «viene sottoposto a complessi percorsi di diagnosi e terapia, e spesso deve frequentare centri educativi». I servizi sono tanti: sostegno scolastico e correzione dei disturbi dell’apprendimento; ma anche psicoanalisi, come a Bibbiano, alimentazione e trasporti. A pagare per questi servizi, forniti da aziende private e cooperative, sono gli enti locali: Morcavallo stima altri 3 miliardi l’anno, che spingono il totale a 4,5. Una marea di denaro che alimenta un mercato opaco e senza controlli. È più o meno quanto l’Italia spende per l’accoglienza degli immigrati, includendo soccorso in mare, assistenza sanitaria e istruzione. Non è il caso che qualcuno indaghi, e non soltanto a Bibbiano?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400