short stories - industria

A picco gli ordini
di macchine utensili

Nel terzo trimestre, secondo il report di Ucimu, è stato registrato un calo del 18,6%

Redazione Web
A picco gli ordini di macchine utensili

Massimo Carboniero, presidente di Ucimu

Brutte notizie per il settore delle macchine utensili: l’ultima analisi di Ucimu, l’associazione che riunisce i costruttori del comparto, fotografa un crollo del 18,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In valore assoluto l’indice si è attestato a 69 (base 100 nel 2015). Il risultato complessivo è stato determinato dal negativo andamento registrato sia sul mercato interno che sul mercato estero. In particolare, gli ordini raccolti dai costruttori sul mercato interno hanno segnato un calo del 19,3% rispetto al periodo luglio-settembre 2018. Anche sul fronte estero i costruttori italiani hanno registrato una sensibile riduzione degli ordinativi, scesi del 14% rispetto al terzo trimestre 2018. Massimo Carboniero, presidente di Ucimu, ha affermato: «Il 2019, purtroppo, si conferma un anno di arretramento per i costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione che registrano un calo sia sul mercato interno che estero. A preoccupare gli imprenditori del settore è anzitutto la complessità del contesto internazionale che, in molti mercati tra cui anche l’Italia, si è tradotta nel parziale blocco degli investimenti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400