STARTUP-TELLING

Conquistare il mercato
è un gioco da bambini

Costo contenuto, qualità elevata e un rapporto fortunato con i social e l'e-commerce: così Elisa Tattoni e Martina Cusano con la loro startup Mukako hanno sedotto i buyer cinesi. Vincendo persino un "Oscar"...

Marco Scotti
Conquistare il mercatoè un gioco da bambini

Hanno vinto l’Oscar dei giochi per bambini. Hanno stregato un mercato tradizionalmente poco amichevole come quello cinese. Sono state portate come esempio dalla potentissima Sheryl Sandberg in due eventi Facebook. E tutto questo grazie a un tavolo per bambini – Mutable – che unisce design e giochi e che è candidato per il Compasso d'Oro 2020. Stiamo parlando di Mukako, startup milanese creata da due amiche e colleghe, Martina Cusano (nella foto a sinistra) ed Elisa Tattoni che in realtà c’entrano poco con entrambi gli ambiti: dopo trascorsi nella finanza, si sono rese conto che mancava un prodotto semplice ma essenziale come il tavolo per i bambini che avesse un costo contenuto (il prezzo di partenza è 199 euro, cui poi aggiungere altri prodotti modulari) e una qualità dei materiali elevata.

E quest’anno dovrebbero raggiungere le 40.000 unità vendute, dopo due campagne di crowdfunding su Kickstarter che hanno permesso di raccogliere 1,3 milioni di euro. «Siamo nati – ci spiega la Cusano – come un e-commerce di prodotti di terzi. Poi, parlando con i genitori ci siamo resi conto che c’era un enorme vuoto da colmare. Quello di portare un pizzico di novità in un comparto che è rimasto fossilizzato a decenni fa, nonostante i bambini necessitino costantemente di nuovi stimoli». Il marchio ha saputo conquistare il mercato cinese. Lo scorso anno, infatti, le due founder di Mukako hanno provato ad approcciare Alibaba. La succursale italiana si era dimostrata piuttosto interessata, ma era la casa madre ad avere più di una perplessità. «Quando il nostro tavolo è arrivato in Cina – prosegue Martina Cusano – ci hanno dato un ok con riserva, sostanzialmente credendoci poco. Poi, però, appena entrati sul marketplace abbiamo iniziato a volare, tant’è che 15 giorni dopo ci hanno chiamato dicendoci che avevano discusso internamente il nostro case study e che ci volevano tra loro. Cosa curiosa: eravamo a settembre, il giorno di massimo “splendore” in Cina per il commercio elettronico è l’11/11. Ebbene, per quella data l’algoritmo di Alibaba prevedeva un milione di euro di vendite. Ovviamente noi non ci aspettavamo risultati del genere e non eravamo preparati. Avevamo 100mila euro di prodotto disponibile, siamo riusciti – facendo autentici salti mortali – ad arrivare a 300mila che abbiamo interamente venduto nel primo giorno. Abbiamo poi replicato questo successo pazzesco il 18/6, altra data che per l’e-commerce cinese è particolarmente florida e remunerativa e siamo diventati il primo player sul marketplace TMall. Il nostro tavolo è interamente prodotto in Cina, nella fabbrica di un produttore tedesco. D’altronde, il 95% della produzione mondiale di giocattoli in legno avviene in Cina».

Un altro incontro particolarmente rilevante è stato quello con Facebook: fin da subito Mukako ha iniziato a usare i social network, compreso Instagram, per promuovere i propri prodotti. La partnership è proseguita in modo talmente soddisfacente che Mukako è stata selezionata come case study interessante per due eventi, a Dublino e a Roma. In entrambi i casi tra i relatori c’era Sheryl Sandberg, la Coo di Facebook. «Oggi – conclude la Cusano – facciamo parte della campagna internazionale Made by/Loved by, in cui si testimonia la modalità di produzione di un determinato item e del suo rapporto con la creatura di Zuckerberg».  Il futuro è sicuramente roseo per Mukako: nei primi giorni di ottobre una nuova campagna su Kickstarter ha permesso di raccogliere oltre 250mila euro in appena cinque giorni grazie al sostegno di oltre 350 finanziatori per un nuovo progetto: MuWall. Si tratta di una parete componibile, modulare e personalizzabile creata per rivoluzionare le camerette dei bambini da 0 a 14 anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400