Un "sorso" di eccellenza nelle risorse umane

Il Gruppo Celli ha investito 1,2 milioni di euro in politiche retributive ed erogato oltre 4000 ore di formazione per i dipendenti, aggiudicandosi l’edizione 2019 di Excelsa Confindustria Emilia Romagna Award, per la categoria Lavoro e Risorse Umane

Redazione Web
Un "sorso" di eccellenza nelle risorse umane

Antonio Fresolone al ritiro del premio

“Azienda dinamica ed innovativa che ha contribuito ad incrementare l’occupazione del territorio, con particolare attenzione verso le assunzioni a tempo indeterminato. Investe in misura consistente in attività formativa per i dipendenti e mostra segnali di apertura verso meccanismi di incentivazione del personale legati ai risultati dell’azienda”

Con questa significativa motivazione il Gruppo Celli ha vinto l’edizione 2019 di Excelsa Confindustria Emilia Romagna Award, per  la categoria Lavoro e Risorse Umane.

I profili delle aziende eccellenti, candidate per le categorie Comunicazione-Marketing, Innovazione, Lavoro-Risorse Umane, Sociale-Cultura, Sicurezza e Sostenibilità, sono state esaminate da una giuria indipendente composta da enti ed istituzioni locali, regionali e nazionali, presieduta dal Rettore dell’Università di Bologna Francesco Ubertini.

L’iniziativa Excelsa, nata con l’obiettivo di dare visibilità alle eccellenze imprenditoriali e condividere le buone pratiche del fare impresa, ha premiato il Gruppo Celli, circa 120 milioni di fatturato, che dal 2012 ad oggi è passata da 150 dipendenti a poco meno di 500 grazie, da un lato,  a crescita per linee esterne, e dall’altro, al costante investimento in capitale umano con l’assunzione di nuove risorse per circa 4 milioni di euro; ha investito 1,2 milioni di euro in politiche retributive e ha erogato oltre 4000 ore di formazione sulle società italiane; ha aumentato il numero dei laureati così come le quote rosa, che rappresentano oggi circa un terzo dei dipendenti del Gruppo.

Il Gruppo è costantemente impegnato in progetti di inclusione ed impegno sociale orientati a temi quali la multietnia, con l’assunzione di un numero consistente di dipendenti appartenenti ad etnie non comunitarie, che, grazie al contratto di lavoro, sono riusciti ad ottenere la cittadinanza italiana e il reinserimento sociale. Significativo anche lo sviluppo di un specifico progetto con la comunità di San Patrignano che prevede l’assunzione con contratto di lavoro presso una delle società del Gruppo di alcuni ragazzi alla fine del percorso in comunità.

Antonino Fresolone, Group CFO & HR Director, ha dichiarato: “Alla base della crescita del Gruppo, in particolare negli ultimi cinque anni, ci sono stati senz’altro gli investimenti in innovazione e risorse umane. Celli è da sempre un attore importante nel mercato del lavoro e gioca un ruolo sociale sempre più determinante. Le iniziative di inclusione ed impegno nel sociale attuate fino ad oggi ne sono la testimonianza. Gli investimenti in risorse, in formazione e in sistemi di incentivazione continueranno; è forte la consapevolezza che l’eccellenza,  che da sempre ci contraddistingue, deve porre al centro le persone e i talenti: sono loro che fanno la differenza!”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400