gestire l'impresa

La trasformazione digitale
deve partire dalle risorse umane

L’HR di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia ha elaborato la ricetta per perseguire un’evoluzione costante. Il viaggio nell’innovazione si nutre di nuove competenze e giuste attitudini e offre valore aggiunto ai clienti

Angelo Curiosi
La trasformazione digitaledeve partire dalle risorse umane

Romina Cristallo, HR Business Partner Manager di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia

In un’organizzazione moderna, come quella di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia, la funzione risorse umane non è più una funzione di staff, è parte integrante del business. «Siamo un high tech employer e già la nostra organizzazione lo dimostra. Un’organizzazione lean orientata al business e alle necessità del mercato». Romina Cristallo, HR Business Partner Manager di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia, ha ben chiaro come la crescita dell’azienda sia agganciata al business e alle risorse che questo business lo implementano. 

Per accompagnare il mercato dei commercialisti e delle Pmi nella trasformazione digitale serve un mix di esperienza e di freschezza. A partire dalle risorse: «Il progetto di trasformazione digitale anche interno è un’iniziativa di Wolters Kluwer a livello globale che in Italia abbiamo sviluppato creando una strategia sul capitale umano assolutamente aderente alle necessità del nostro mercato». 

La Business Unit conta in Italia circa 450 collaboratori. «La trasformazione digitale è in piena evoluzione e con essa il mondo dei professionisti», puntualizza Romina Cristallo: «Di fronte a un mercato che cambia in fretta il professionista italiano è alla ricerca del valore aggiunto da offrire al suo cliente. Non bastano più gli adempimenti, servono la consulenza, le analisi, strumenti digitali sofisticati ma di grande usabilità. Tutto questo è alla portata dei nostri clienti grazie al lavoro svolto dai nostri collaboratori».

La trasformazione del professionista da analogico a digitale comporta un passaggio che tenga presente entrambe le posizioni, quella che si lascia e quella nella quale si arriva. Tradotto in termini di risorse umane serve un mix tra esperienza e innovazione. «La nostra digital transformation journey ha due riferimenti: i millennial e i baby boomer. Una soluzione duale che crea il mix perfetto tra mentalità digitale e conoscenza profonda derivata dalla tradizione che risponde e anticipa le necessità del mercato italiano». 

La trasformazione digitale è in piena evoluzione e con essa il mondo dei professionisti che cercano il valore aggiunto

Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia vanta un’importante settore di R&D e un team di sviluppatori che ha portato sul mercato un progetto rivoluzionario: Genya, il software in cloud che ha ribaltato le logiche tradizionali e consente l’agilità, l’ubiquità, l’efficacia, l’efficienza, in parole povere offre tutto quel valore aggiunto che permette al professionista di sviluppare la sua clientela. 

Dopo aver ridisegnato l’esperienza dei dipendenti di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia, il team HR sta promuovendo una nuova strategia di comunicazione per l’Employer Branding della Business Unit. Il progetto è stato sviluppato in sinergia con altre funzioni aziendali, Communication e Digital Marketing, ma soprattutto ha coinvolto come parte attiva del disegno strategico la community dei millennial presenti in azienda rendendoli ambassador del brand. «Il programma che abbiamo elaborato ha come claim “Un’azienda dai grandi numeri”, che non racchiude soltanto i numeri che come multinazionale abbiamo e possiamo offrire sul mercato, ma si riferisce anche alla forte convinzione che i numeri aziendali siano possibili solo grazie al continuo contributo delle nostre persone, con numeri professionali e personali che vengono messi in gioco e fanno la differenza», spiega Romina Cristallo. «L’approccio al bacino dei millennial avviene con strumenti ormai consolidati quali i social media, le job fairs, ma la nostra particolarità è data dalla testimonianza che i nostri stessi millennial sono pronti a dare ai loro coetanei. Il messaggio è semplice e chiaro: in Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia si hanno opportunità di crescita e di lavoro interessante, si lavora in team con buona armonia, si fa formazione sia attraverso corsi sia attraverso la pratica del “learning by doing”, si dà e si riceve mentoring, si è parte di un insieme efficiente e sinergico». 

La contaminazione “digitale” è positiva e pervasiva. Il progetto di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia è in pieno sviluppo. Ha già fatto sì che oggi il 15% della popolazione aziendale sia formata da millennial. In 60 hanno varcato la soglia dell’azienda negli ultimi 24 mesi. Quanti saranno nei prossimi 24?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400