Facebook entra nel cervello
per captare direttamente i pensieri

Redazione Web
Facebook entra nel cervello per captare direttamente i pensieri

Facebook ha annunciato l’acquisizione di CTRL-Labs - una startup americana di interfaccia neurale - per un valore compreso tra 500 milioni di dollari e 1 miliardo di dollari. CTRL-Labs ha creato un braccialetto che rileva i segnali dal cervello di chi lo indossa e li trasforma in azioni su un dispositivo. Il piano prevede che gli utenti siano in grado di operare con la tecnologia - sia che si tratti di smartphone, tablet o indossabili - senza muovere un muscolo. Le ambizioni dei CTRL-Labs hanno già catturato l'immaginazione degli investitori: finora ha raccolto quasi 70 milioni di dollari da investitori privati, e può annoverare Amazon e Google tra i suoi primi finanziatori.

Facebook ha dato il pollice in passato a società simili. Ha acquistato la startup di realtà virtuale Oculus nel 2014, probabilmente nel tentativo di catturare gli occhi dei consumatori - non solo la punta delle dita - mentre il loro rapporto con l'hardware continua ad evolversi.

Le azioni di Facebook sono inizialmente aumentate martedì, forse perché gli investitori si fidano della buona forma dell'azienda nel fare acquisizioni. Con l'acquisto nel 2014 di WhatsApp è diventato il servizio di messaggistica de facto per la maggior parte del mondo e ha posto fine a Blackberry una volta per tutte (ricordate?). E secondo alcuni analisti, Instagram - che è stato acquistato da Facebook per 1 miliardo di dollari nel 2012 - vale ora più di 100 volte di più, rappresentando la maggior parte della crescita futura dietro l'attuale valutazione di mercato di 535 miliardi di dollari della società.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400