Export cinese in calo, Pechino accusa la frusta di Trump

Redazione Web
Export cinese in calo, Pechino accusa la frusta di Trump

Gli ultimi dati dimostrano che il commercio internazionale della Cina è in declino. Le esportazioni cinesi all'estero nel mese di agosto sono state inferiori dell'1% rispetto all'anno precedente, dato particolarmente significativo in quanto le aziende straniere avrebbero dovuto affrettarsi per ricevere le spedizioni prima dell'introduzione delle nuove tasse commerciali statunitensi. In effetti, anche le esportazioni americane sono state inferiori del 16% rispetto a quelle dell'agosto scorso.

Per raggiungere quest'anno l'obiettivo di crescita economica del 6%, il governo cinese potrebbe essere costretto a esplorare ulteriori misure di stimolo. Un taglio dei tassi di interesse è una delle opzioni: questo lo vedrebbe seguire le orme non solo degli Stati Uniti, ma anche dell'India, dove la crescita economica annuale è rallentata al 5%. Un crollo sensibile nelle vendite di auto è l'ultimo sintomo del rallentamento indiano, mettendo a rischio milioni di posti di lavoro. All'inizio di quest'anno in India sono scoppiate controversie sulla raccolta e la successiva revisione dei dati sulla crescita economica - e molte aziende stanno ora mettendo in dubbio anche l'affidabilità dei dati cinesi. Con i dati ufficiali strettamente controllati (e potenzialmente manipolati) dal governo, gli investitori esperti sono sempre più concentrati su indicatori alternativi della forza dell'economia cinese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400