L’intelligenza artificiale ha un lato molto oscuro

Redazione Web
L’intelligenza artificiale ha un lato molto oscuro

Bva Doxa, in collaborazione con Win, network internazionale di società di ricerca di mercato e di opinione pubblica di cui è socio fondatore, ha reso noti i risultati del sondaggio mondiale sulle nuove tecnologie che ha coinvolto 30.890 persone in 40 Paesi.

Highlights:

• Il 42% degli intervistati è preoccupato dal fatto che l’uso di alcune app implichi la raccolta e la tracciabilità di dati personali.

• La quota di coloro che sono contrari all’uso di app che raccolgono e tracciano dati personali varia moltissimo: si va dall’80% in Indonesia al 9% in India e Brasile (l’Italia è al 5° posto con il 60% di contrari).

• L’impiego dell’Intelligenza Artificiale in medicina per sostituire completamente le attività svolte dai medici è rifiutato da 3 intervistati su 10, con un picco di contrari in Germania (43%) e solo il 6% in Cina (l’Italia è al 3° posto con il 41% di contrari).

• La preoccupazione di perdere il lavoro nei prossimi 10 anni a causa dell’automazione e dell’uso dell’Intelligenza Artificiale è più elevata nei Paesi «low cost» (circa 40% in Paesi come le Filippine, Messico, Cina e Malesia)

• Gli intervistati con un livello d’istruzione più elevato si sentono invece più sicuri (67%) del fatto che il proprio lavoro non sarà sostituito dall’automazione e dall’Intelligenza Artificiale nei prossimi 10 anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400