Club degli Investitori, è Andrea Rota il Business Angel dell’Anno 2019

Conferito a Torino, nel corso dell’Italian Tech Week, il Premio organizzato dal Club degli Investitori per sottolineare il ruolo degli investitori privati a sostegno dello sviluppo del Paese

Redazione Web
Club degli Investitori, è Andrea Rota il Business Angel dell’Anno 2019

Andrea Rota ha vinto l’8° edizione del “Business Angel dell’Anno”, il prestigioso
riconoscimento promosso dal Club degli Investitori, con il sostegno di KPMG e Unicredit, per tenere alta
l’attenzione sull’importanza del capitale privato per lo sviluppo dell’imprenditoria innovativa, in un Paese che
risulta nono nella Top Ten delle nazioni per numero di milionari, con 5mila miliardi di dollari di ricchezza
finanziaria personale (fonte: BCG Global Wealth Report 2019). Tra i primi network di business angel in Italia, il Club
degli Investitori annovera tra i propri investimenti imprese come Satispay, Genenta Science, Talent Garden,
D-Orbit, Metis Precision Medicine, Sfera Agricola, Supermercato24 e Soundreef, e nei primi 5 mesi dell’anno
ha già investito 2 milioni di euro, che diventeranno 3 entro l'inizio dell'estate, pareggiando in sei mesi i
risultati 2018.
Ingegnere civile torinese, la cui filosofia è “puntare su team e mercato piuttosto che sulle tecnologie o le idee
di business”, Andrea Rota è l’angel investor che più si è distinto per lo spirito imprenditoriale e la capacità
nel riconoscere il potenziale delle aziende in fase di sviluppo.
ProntoPro, Bitcoin, Carioca, AdEspresso. Investire per Andrea Rota, che attualmente in Spencer Stuart si
occupa di executive search tra Zurigo e Milano, è “un’attività secondaria, un modo per dare un’opportunità
anche ad imprenditori emergenti, investendo sovente per primo e utilizzando sempre risparmi personali”. In
cinque anni di attività, ha investito in 25 startup, per un totale di “Paid In” pari a 450mila euro ed una
performance del portafoglio (TVPI) pari a 2,5X.
“Sono molto contento di questo risultato – il suo commento a caldo – ma soprattutto felice che ci sia tutta
questa attività intorno al mondo dell’innovazione. L’impegno è di continuare a condividere cosa vuol dire fare
il Business Angel, raccontando in generale la performance dell’intero portafoglio, non solo i casi di successo.”
A consegnare il riconoscimento, il vincitore dell’edizione 2018 e Presidente della Giuria Fabio Cannavale,
imprenditore digitale e investitore “seriale”, e Giancarlo Rocchietti, Presidente del Club.
“Un’edizione all’insegna del coinvolgimento e del confronto – ha commentato il Presidente del Club degli
Investitori, Giancarlo Rocchietti – La vittoria di Andrea Rota è la conferma dei trend emersi nel dibattito di
questa giornata intensa: la condivisione tra i diversi operatori del settore, l'orientamento internazionale -
inteso come volontà di investire sugli italiani all’estero - e poi la visione e la consapevolezza che sono gli
imprenditori che possono cambiare il mondo e noi, con il nostro lavoro, possiamo aiutarli a costruire un Paese
migliore.”
Dal racconto dei percorsi dei quattro finalisti, tra successi e "lessons learned", alla presentazione della ricerca
esclusiva di KPMG "Analisi sui finanziamenti alle TOP 50 startup innovative in Italia"**, passando per i panel
sui “Capitali privati per l'innovazione”, con Alessandra Gritti (AD Tamburi Investment Partners) e Stefano
Buono (Imprenditore e Presidente LIFTT) e sul tema dell'angel investing in prospettiva europea, con Lynne
Cadenhead (Scotland) e Peter Kessel (Swiss ICT Investors Club): l’assegnazione del Premio chiude una ricca
giornata di informazione, aggiornamento e network.

CHI È ANDREA ROTA
• Nato a Torino, è laureato in Ingegneria Civile al Politecnico. Ha iniziato la carriera in Olanda e successivamente negli
Stati Uniti, dove ha vissuto per otto anni prima di rientrare in Europa nel 2003. Ha lavorato in Baan a Seattle (WA),
in SAP a Palo Alto (CA), in eBay a Milano, Londra e Zurigo. Ora in Spencer Stuart, si occupa di executive search tra
Zurigo e Milano.
• È socio di Italian Angels for Growth (IAG) e dello Swiss ICT Investors Club (SICTIC).
• Investe principalmente in settori che conosce (Fintech, Ad-Tech, Consumer internet, Marketplace Platforms), dove
può valutare se le ipotesi su presenza e dimensione del mercato siano accurate. Ha inoltre approfondito la
conoscenza di alcune tecnologie di rottura (Blockchain e Machine Learning) per meglio selezionare progetti
interessanti nei rispettivi campi.
• Investe principalmente in Italia, ma predilige progetti con respiro Europeo o globale.
• Ha ricoperto un ruolo di lead investor in 6 investimenti (AdEspresso, ProntoPro, Nembol, 30secondstofly, Fitprime,
Conio). 4 le exit all’attivo: 3 Cash (Eternitywall, Inventia, Sellbrite), 1 Cash+Equity (AdEspresso).

Il Club degli Investitori, tra i primi network di business angel in Italia, è composto da imprenditori, professionisti e
manager che investono direttamente in quote di partecipazione di startup o di piccole imprese innovative ad elevato
potenziale di crescita. Nato a Torino nel 2008, conta oggi più di 170 soci.
Nei primi 5 mesi dell’anno, il Club degli Investitori ha acquisito 20 nuovi Soci, ha già investito 2 milioni di euro e conta di
raggiungere i 3 milioni entro l’inizio dell’estate, pareggiando in sei mesi i risultati del 2018. Fra i più recenti investimenti:
la torinese Metis Precision Medicine, azienda biotech nata dall’Istituto di Candiolo IRCCS che sviluppa terapie per cura
del cancro, e Talent Garden, la rete di co-working europea fondata dall’italiano Davide Dattoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400