Usa, quasi 200 mila posti di lavoro
in più a marzo

Redazione Web
Usa, quasi 200 mila posti di lavoro in più a marzo

L'economia statunitense ha aggiunto 196.000 posti di lavoro in più nel mese di marzo. La maggior parte dei nuovi posti di lavoro si è aggiunta nel settore sanitario e nei servizi professionali e tecnici (ad esempio, contabili e ingegneri) - così come nell'edilizia, forse grazie alle crescenti aspettative di vendita dei costruttori di casa. Le maggiori perdite di posti di lavoro sono state nel settore manifatturiero, nonostante l'aumento dell'attività del mese scorso, e nel commercio al dettaglio, che forse ha ridotto i posti di lavoro in previsione di un minor numero di acquirenti quest'anno.

I salari medi sono aumentati del 3,2% rispetto a un anno fa, al di sotto delle previsioni e inferiori a quelli degli ultimi mesi. Il rallentamento potrebbe essere in parte spiegato da un maggior numero di lavoratori tecnici assunti a marzo, mentre i posti di lavoro al dettaglio sono diminuiti: gli aumenti dei salari minimi da Amazon, Walmart, e ora Target avrebbe contribuito a stimolare la crescita dei salari in precedenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400