Covid-19 frena la corsa di Swatch Group

La pandemia impatta pesantemente sui dati del primo semestre di Swatch Group, che crollano praticamente in tutte le voci

Davide Passoni
Covid-19 frena la corsa di Swatch Group

Le misure legate al Covid-19 hanno lasciato un solco profondo nei risultati del Gruppo, che per la prima volta ha registrato una perdita semestrale

Anche un colosso come Swatch Group ha subito un pesante contraccolpo dalla pandemia di Covid-19, come testimonia il rapporto semestrale sui conti del Gruppo, pubblicato di recente. Un resoconto prevedibile, ma reso amaro dal fatto che i dati del mese di gennaio avevano fatto ben sperare.
 
Swatch Group aveva infatti iniziato bene il 2020, ottenendo a gennaio nel segmento Orologi & Gioielli (senza la produzione) un margine operativo del 21,4% ovvero del 17,3% per l’intero Gruppo, nonostante un indebolimento importante in Cina nell’ultima settimana del mese, quando il Paese asiatico cominciava a fronteggiare il picco epidemico. 

Il crollo da febbraio

In seguito alle misure di chiusura imposte dalle autorità pubbliche, le vendite di Swatch Group hanno poi subito un crollo drammatico a partire da febbraio. Nella maggior parte dei Paesi sono stati infatti imposti lockdown completi, che hanno comportato la chiusura forzata con punte fino all’80% di tutti i punti vendita al dettaglio a livello mondiale, sia propri sia di terzi. Solo la distribuzione tramite e-commerce è rimasta parzialmente possibile.
 
La produzione di orologi, gioielli e componenti è stata ridotta al minimo e per una percentuale significativa dell’organico è stato chiesto il lavoro ridotto. Le misure legate al Covid-19 hanno osì segnato profondamente i risultati del Gruppo, che per la prima volta ha registrato una perdita semestrale.
 
Lo snellimento della rete retail, già avviato nel 2019, è stato accelerato dalla situazione eccezionale imposta dalla pandemia. Nel 1° semestre 2020 sono stati chiusi definitivamente circa 260 punti vendita, con una forte riduzione del numero di collaboratori all’estero. Da dicembre 2019 l’organico è diminuito del 6,5% a circa 33.700 collaboratori. Swatch Group ha realizzato notevoli risparmi sui costi nei settori acquisti, produzione, marketing e affitti, mentre i settori ricerca e sviluppo e formazione sono rimasti invariati. 

I dati di Swatch Group in sintesi

Questi, in sintesi, i dati principali del primo semestre 2020 di Swatch Group:
 
-       Fatturato netto del Gruppo di 2.197 milioni di franchi svizzeri, -43,4% rispetto all’anno precedente, a corsi di cambio costanti, rispettivamente -46,1% ai corsi attuali. La forza del franco svizzero ha ridotto il fatturato di 113 milioni di franchi (-4.9%).
-       Perdita operativa di 327 milioni rispetto all’utile operativo di 547 milioni dell’anno precedente.
-       Risultato operativo nuovamente positivo in giugno per l’intero Gruppo.
-       Perdita netta di 308 milioni rispetto all’utile netto di 415 milioni dell’anno precedente.
-       Cash flow operativo positivo.
-       Solida base di capitale proprio pari a 10,8 miliardi, con una quota di capitale proprio dell’84,6% e una liquidità netta di 944 milioni, 213 milioni in più rispetto all’anno precedente (+29%).
 
A fronte di tutto questo, Swatch Group prova a guardare avanti e nota una domanda dei clienti molto elevata nei mercati che sono già usciti dalla fase di lockdown e in tutti i segmenti di prezzo. Registra anche una crescita a due cifre nella Cina continentale in maggio e giugno rispetto all’anno precedente e prevede un secondo semestre robusto, con un risultato operativo positivo per l’intero anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400