Mestieri d’arte, un patrimonio per la cultura e l’economia italiana

La Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte conferma l’impegno nella promozione dell’artigianato artistico nei confronti dei giovani con un nuovo sito

Davide Passoni
Mestieri d’arte, un patrimonio per la cultura e l’economia italiana

Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte è un’istituzione privata non profit, nata a Milano nel 1995 per volontà di Franco Cologni, che ne è il Presidente

Il patrimonio artistico, culturale e artigianale italiano è un bene sempre più prezioso da tutelare, tramandare e raccontare, in modo che anche molti giovani si avvicinino a esso e lo possano vedere anche come un obiettivo professionale e occupazionale di altissimo livello. Formare e sostenere una nuova generazione di maestri d’arte, può infatti aiutare il sistema economico e produttivo del nostro Paese.
 
Per questo motivo, la Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte rinnova il proprio impegno nella promozione dell’artigianato artistico nei confronti dei giovani, attraverso un nuovo sito di orientamento verso le scuole italiane dei mestieri d’arte: www.scuolemestieridarte.it, la cui prima versione era stata presentata nel 2014, nell’ambito del progetto “La regola del talento”, che la fondazione aveva sviluppato in collaborazione con Fondazione Deutsche Bank Italia. 

Il sito, le scuole, i mestieri d’arte

Il sito contiene una prima selezione di circa 60 scuole di tutta Italia e una ricca varietà di offerte formative: dalle Scuole di Alta Formazione alle Accademie, dai Centri di Formazione Professionale agli Istituti Tecnici Superiori. Si tratta di realtà accessibili tanto a giovani studenti, quanto a esperti professionisti che desiderano apprendere un mestiere o consolidare le proprie competenze. Una selezione di enti di formazione che riflette la varietà dei mestieri che si possono apprendere: dal mosaico all’oreficeria, dal merletto alla pelletteria, dalla calzatura alla liuteria, dal restauro alla sartoria per lo spettacolo.
 
Molte di queste scuole sono eccellenze riconosciute in tutto il mondo, capaci di trasmettere il saper fare italiano alle nuove generazioni tramite lezioni teoriche e pratiche, stage in azienda ed eventi di approfondimento. Inoltre, garantiscono ai giovani una possibilità di impiego molto superiore alla media nazionale, in settori che necessitano sempre più di manodopera artistica e specializzata per far fronte alla crescente richiesta globale di Made in Italy. Nell’elenco di scuole vi sono infatti anche alcune Academy aziendali avviate da importanti brand, come Gucci, Cucinelli e Tod’s.
 
Tutte le scuole del sito sono presentate nel dettaglio con contenuti dedicati, ciascuna con la propria scheda che riporta un elenco di corsi erogati, informazioni di contatto, link a siti web e pagine social delle scuole, immagini e video. Il tutto attraverso una navigazione agile e immediata, grazie agli appositi filtri che consentono di esplorare l’archivio in base alla tipologia di scuola, al mestiere che si desidera apprendere e alla regione di provenienza.
 
Inoltre, attraverso la sezione News, il sito vuole dare costante visibilità al lavoro quotidiano dei singoli istituti, al loro impegno nell’aggiornare l’offerta didattica, nel creare momenti di contatto tra studenti e aziende. 

Un sistema a sostegno dell’artigianalità italiana

Oggi www.scuolemestieridarte.it entra a far parte di un altro progetto di Fondazione Cologni, Wellmade, una piattaforma che permette di scoprire i migliori artigiani in Italia, conoscere il loro lavoro e recensire i loro prodotti e servizi su misura.
 
La community conta oggi quasi 15mila utenti attivi, oltre 500 artigiani, 34 ambasciatori e 16 circuiti partner e negli ultimi anni ha lanciato il concorso online “Artigiano del Cuore” per ridare visibilità a una delle figure professionali più importanti della nostra cultura. L’obiettivo è creare una rete divulgativa universale per i mestieri d’arte, dove i maestri possono incontrare un ampio pubblico di amanti del “bello e ben fatto”, esperti e promotori del settore e, da oggi, anche gli istituti dove crescono i talentuosi apprendisti di domani.
 
Il binomio composto da Wellmade e Scuole Mestieri d’Arte, ha dunque un fine culturale ma anche pratico: avvicinare sempre di più domanda e offerta, di lavoro e di mercato, per sostenere lo sviluppo di un settore così essenziale per la manifattura italiana, fiore all’occhiello del Made in Italy in tutto il mondo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400