Rolex, Patek Philippe e gli altri big lasciano Baselworld

Con loro Tudor, Chanel e Chopard: faranno un salone insieme, parallelo a Watches & Wonders Geneva. È la fine di Baselworld

Davide Passoni
Rolex, Patek Philippe e gli altri big lasciano Basilea

Il vecchio stand di Rolex a Baselworld

Rolex, Patek Philippe, Chanel, Chopard e Tudor lasciano Baselworld per dare vita a una nuova fiera dell’orologeria a Ginevra, insieme alla Fondation de la Haute Horlogerie. L’evento si terrà all'inizio di aprile 2021 al Palexpo, contemporaneamente a Watches & Wonders Geneva. Queste defezioni, fa sapere la Fondation, sono la conseguenza una serie di decisioni unilaterali prese senza consultazione da parte del management di Baselworld, compreso il rinvio dell’evento a gennaio 2021 e l’incapacità di andare incontro alle esigenze e le aspettative dei marchi.
 
Il nuovo evento ha come obiettivo quello di offrire ai marchi partner la miglior piattaforma professionale possibile, applicando una visione condivisa per affrontare con successo le sfide future nel settore dell'orologeria. Darà inoltre un'importanza cruciale alla competenza e alle innovazioni del settore, sia in Svizzera sia a livello internazionale. All’evento, che sarà orientato prevalentemente ai rivenditori, alla stampa e ai clienti Vip, potranno aggiungersi anche altri marchi, in base a condizioni ancora da definire.

Le dichiarazioni di addio a Baselworld

 Jean-Frédéric Dufour, amministratore delegato di Rolex SA e membro del consiglio di amministrazione, Montres Tudor SA: «Abbiamo preso parte a Baselworld dal 1939. Sfortunatamente, dato il modo in cui l'evento si è evoluto, viste le recenti decisioni prese da MCH Group e nonostante il grande attaccamento che abbiamo avuto con questa fiera dell’orologeria, abbiamo deciso di ritirarci. A seguito delle discussioni avviate da Rolex, è sembrato naturale creare uno nuovo evento con partner che condividono la nostra visione e che danno il nostro stesso supporto infinito e incrollabile all'orologeria svizzera. Questo ci consentirà di presentare i nostri nuovi orologi in linea con le nostre esigenze e aspettative, per unire le forze e difendere meglio gli interessi del settore».
 
Thierry Stern, presidente di Patek Philippe: «La decisione di lasciare Baselworld non è stata facile per me, essendo la quarta generazione della famiglia Stern a partecipare a questo tradizionale evento annuale. Ma la vita si evolve costantemente, le cose cambiano e anche le persone cambiano, sia a livello dei responsabili dell'organizzazione della fiera dell'orologeria, dei marchi o dei clienti. Dobbiamo costantemente adattarci, mettere in discussione ciò che facciamo, dal momento che ciò che era giusto ieri potrebbe non essere necessariamente valido oggi. Oggi Patek Philippe non è più in linea con la visione di Baselworld, ci sono state troppe discussioni e problemi irrisolti, non c’è più fiducia. Dobbiamo rispondere alle esigenze legittime dei nostri rivenditori, clienti e stampa di tutto il mondo, che devono essere in grado di scoprire i nuovi modelli dalle Maison svizzere ogni anno, in una volta sola, in un unico posto e nel modo più professionale possibile. Ecco perché, a seguito di numerose discussioni con Rolex e in accordo con altri marchi partecipanti, abbiamo deciso di creare, tutti insieme, un evento unico a Ginevra, che rappresentanti il nostro savoir-faire».
 
Frédéric Grangié, presidente di Chanel Watches & Fine Jewellery: «Come i suoi partner, Chanel condivide la stessa indipendenza e lo stesso desiderio di proteggere e promuovere i valori, il know-how, la qualità e la precisione dell'orologeria svizzera. Questa iniziativa segna una pietra miliare nella storia di Chanel, per cui l'orologeria fa parte di una strategia a lungo termine, iniziata con il lancio di questa attività nel 1987. Questo evento ci permetterà di presentare tutte le nostre nuove creazioni in un ambiente che incontra i nostri alti standard qualitativi».
 
Karl-Friedrich Scheufele, copresidente di Chopard et Cie SA: «Chopard ha esposto per la prima volta alla fiera di Basilea nel 1964 con uno stand di circa 25 metri quadrati. Dopo un'attenta considerazione, la nostra famiglia ha deciso di sostenere l'iniziativa di Rolex e di ritirarsi da Baselworld: una decisione dolorosa. La creazione di questo nuovo evento a Ginevra, parallelamente a Watches & Wonders, ci consentirà di servire meglio i nostri partner e i nostri clienti. Attraverso questa alleanza, queste Maison saranno anche in grado di collaborare alla promozione del valori e degli interessi dell'orologeria svizzera».
 
Jérôme Lambert, a nome del Consiglio della Fondation de la Haute Horlogerie: «La Fondation de la Haute Horlogerie è lieta di accogliere un nuovo salone che rafforzerà Watches & Wonders Geneva, l'anno prossimo all'inizio di aprile».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400