La centralità della donna nella strategia di Vacheron Constantin: la collezione Égérie

Una nuova linea femminile arricchisce la proposta di Vacheron Constantin

Davide Passoni

Uno degli obiettivi di tutte le imprese è quello di guadagnare costantemente quote di mercato. In orologeria, spesso questo obiettivo coincide con l’allargamento della propria base clienti alle donne, che per l’orologio hanno storicamente un interesse meno spiccato rispetto a quello degli uomini. Maison come Vacheron Constantin lo sanno da tempo e dedicano al pubblico in rosa collezioni importanti. Quando decide di svilupparne una nuova, significa che la donna ha davvero una forte centralità nel suo business.
 
Unendo Alta Orologeria e Haute Couture, la Maison ha sviluppato Égérie, una collezione che esprime la femminilità orologiera secondo Vacheron Constantin. Un orologio il cui look classico si sposa con il fascino della donna moderna. È disponibile in versione automatica, fasi lunari o fasi lunari con pavé di diamanti.

Vacheron Constantin e la donna

La “Belle Haute Horlogerie” secondo Vacheron Constantin esiste da 265 anni ed è dedicata agli uomini e alle donne. Un’attenzione che va dai primi orologi da tasca femminili, introdotti alla fine del XVIII secolo, agli orologi da polso contemporanei.
 
Che si tratti di oggetti funzionali o da cerimonia, di gioielli oppure di orologi sportivi Vacheron Constantin li ha utilizzati per seguire l'evoluzione della sensibilità artistica, della moda, dei codici sociali e dei costumi, con una creatività estetica e tecnica ispirata dall’universo femminile.
 
Esaminando gli archivi della Maison si scoprono modelli realizzati appositamente per le donne, su loro richiesta, alla fine del XVIII secolo. Un tempo in cui l’orologio, indossato dai dignitari delle corti europee per esibire una carica o appeso a lunghe catene chatelaine, era oggetto di conversazione ed espressione di prestigio sociale.
 
Attraverso i secoli, Vacheron Constantin si è dedicata a creazioni in rosa, seguendo sempre i gusti dei tempi. La Maison ha cercato di rispondere alle attese delle donne, rimanendo in sintonia con la sensibilità estetica e le tendenze del loro universo. I segnatempo femminili sono stati realizzati su misura a partire dalla fine del XVIII e per tutto il XIX secolo, e in piccole edizioni limitate nel corso del XX secolo.
 
Sportivi, eleganti e orologi gioiello, i modelli femminili creati da Vacheron Constantin esprimono la volontà di continuare ad accompagnare al meglio le donne, da sempre centrali nelle strategie di sviluppo del prodotto dell’azienda.

La nuova collezione

La collezione Égérie, lanciata in questo 2020, incarna dunque il nuovo volto della femminilità secondo la Maison. Gli orologi sono caratterizzati da giochi di texture e intrecci, che alternano forme piatte e leggermente in rilievo, effetti plissettati che ricordano i tessuti, asimmetrie valorizzate da un design fluido. Il nome della collezione di Vacheron Constantin proviene da quello della ninfa Egeria, protagonista della mitologia romana e parla alle muse contemporanee che ispirano artisti, designer e altri talenti creativi.
 
La nuova linea rappresenta anche l'interpretazione moderna dei codici estetici cari a Vacheron Constantin, che fin dall'inizio del XIX secolo propone quadranti decentrati, in particolare giocando sull’intreccio di due cerchi, la firma della nuova collezione.
 
L'integrazione della data o delle fasi lunari compone una diagonale formata dal logo Vacheron Constantin e dalla corona, collocata tra le ore 1 e 2 e decorata da una pietra di luna taglio cabochon o da un diamante taglio a rosa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400