Bulgari vittima del Coronavirus: non andrà a Baselworld

Il CEO di Bulgari, Babin: «Ricordando l’impatto della SARS, meglio parlare direttamente ai mercati». E lascia ombre anche sul 2021

Davide Passoni
Bulgari vittima del Coronavirus: non andrà a Baselworld

Dopo il successo della LVMH Watch Week a Dubai a gennaio, e con le crescenti incertezze mondiali correlate all’evoluzione della pandemia di Coronavirus, Bulgari Horlogerie non parteciperà a Baselworld 2020. La decisione è stata comunicata dalla Maison con una nota.
 
In essa si ricorda come Bulgari abbia già incontrato i suoi principali clienti e media a Dubai all'inizio di gennaio, presentando le sue più importanti novità del 2020 tra cui il Serpenti Seduttori Tourbillon, il Diva Finissima Minute Repeater Malachite, l’Octo Finissimo Minute Repeater Gold e l’Octo Finissimo Automatico 100 metri in acciaio.
 
“Da allora, lo scoppio del Coronavirus con oltre 40.000 casi identificati e oltre 1.000 morti ha creato una situazione di emergenza in tutto il mondo, con l'aumento restrizioni di viaggio e un forte calo del traffico aereo anche nelle regioni non interessate dalla pandemia. Una situazione che ha già portato molti eventi previsti per i prossimi mesi a essere rinviati o annullati, data l'incertezza ancora elevata per quanto riguarda il processo di controllo del virus”, prosegue la nota.
 
Bulgari aveva annunciato la scorsa settimana un'importante donazione allo Spallanzani di Roma, l’ospedale dove è stata isolata la struttura del DNA del virus, al fine di contribuire all’accelerazione dello sviluppo di rimedi contro la malattia.
 
“In questo contesto, dunque, e con soli 2 mesi e mezzo di preavviso - conclude il comunicato -, Bulgari ha dunque deciso di annullare la partecipazione a Baselworld 2020 e di sostituirla con alcuni roadshow nei suoi più grandi mercati, per incontrare i clienti e i media che non erano presenti a Dubai”.
 
«Questa decisione non è stata facile, ma avendo presente l'impatto che ebbe la SARS sulle fiere di orologeria alcuni anni fa, oltre a riconoscere che la pandemia si sta ancora espandendo, riteniamo che l'opzione migliore per Bulgari sia quella di parlare direttamente ai mercati a partire da marzo. Ciò non significa che Bulgari lascerà definitivamente Baselworld e la decisione per il 2021 e oltre sarà presa entro la fine di giugno. Come detto in passato, i criteri principali per continuare a partecipare alle fiere saranno i tempi e i costi, che oggi non sono coerenti con le esigenze commerciali e con i rendimenti degli investimenti», è la nota a commento del comunicato rilasciata da Jean-Christophe Babin, CEO del gruppo Bulgari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400