I dolori del giovane manager,
restare qui o andare all’estero?

Marco Scotti

L’Italia si conferma Paese bifronte per le carriere dei nuovi dirigenti: rispetto ai mercati stranieri gli stipendi sono più bassi e le tempistiche più lunghe. Ma quelli già affermati insistono: «val la pena provarci»

Giovani e manager, un matrimonio che non s’ha da fare. A leggere i dati forniti da Federmanager, infatti, si rischiano i capelli bianchi e non certo per l’avanzare dell’età. Tra il 2011 e il 2016 si è registrata una riduzione di 3.644 unità tra i dirigenti industriali under 40. Un numero che è ancora più significativo se si pensa che in soli sei anni si è passati dai 7.644 giovani manager ai 4.000 del 2016. I motivi sono molteplici, ma...

economy mag

CONTINUA A LEGGERE I TUOI ARTICOLI CON

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400