Dal fondo Fonarcom più risorse alle aziende per fare formazione

Il presidente Cafà: “Passa dall’80% all’85% la quota disponibile”

Marco Scotti
«Risparmiate pure, ma investite sulle competenze»

Andrea Cafà, Presidente di Fonarcom

Fonarcom fa un balzo in avanti: l’ultimo CdA ha deliberato l’innalzamento, con decorrenza immediata, dall’80% all’85% della quota di risorse che il fondo accantona per tutte le aziende aderenti e per i gruppi aziendali che usano lo strumento del Conto formazione aziendale accedendo direttamente alle risorse dello 0,30 per finanziare la formazione.

L’innalzamento è stato fortemente voluto dalle parti sociali del secondo fondo italiano, la confederazione datoriale CIFA e il sindacato CONFSAL: “E’ un segnale del nostro impegno a fornire sempre maggiori risorse e opportunità alle aziende italiane – ha dichiarato il presidente di Fonarcom Andrea Cafà –, è una spinta verso il rafforzamento del ‘fattore formazione’, elemento decisivo per la crescita del capitale umano delle PMI e per l’incremento di produttività e di competitività delle imprese”.

La scelta di Fonarcom di assicurare alle aziende maggiori risorse si inserisce nell’ambito di un nuovo modello di relazioni sindacali portato avanti da CIFA e CONFSAL. Un modello che esalta la bilateralità propositiva, orienta al dialogo, determina condizioni per una contrattazione di qualità più vicina alle esigenze di aziende e lavoratori, mette al centro la formazione continua e le competenze. Una politica nuova, capace di ridare alle parti sociali un ruolo centrale di impulso ai processi di crescita del sistema economico e sociale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400