COMUNICARE L'IMPRESA

Bebe Vio, dolcezza ed energia. Quando un testimonial magico può ridare identità a un brand

Luigi Orescano
Bebe Vio, dolcezza ed energia. Quando un testimonial magico può ridare identità a un brand

Gianfilippo Mancini, amministratore delegato di Sorgenia, racconta l’incontro con l’incantevole icona dello sport paralimpico positivo e vincente: «è stato naturale trovarsi!». E descrive le strategie di un’azienda rinata dalle sue ceneri

Uno sguardo che stordisce, un ovale perfetto, un’espressione dolcissima ma insieme determinata: Bebe Vio - vent’anni, schermitrice - è stata il grande regalo che le Paralimpiadi di Rio hanno fatto agli italiani, facendo scoprire un’icona di positività nel Paese dei Millennials che troppo spesso né studiano né cercano lavoro. E adesso questo concentrato atomico di sentimenti e valori declinati nel sorriso ha scelto – ed è stata scelta – di associare la propria immagine a quella di un brand industriale...

economy mag

CONTINUA A LEGGERE I TUOI ARTICOLI CON

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400