Isagro, il Davide della ricerca che regge il confronto con i big

Sergio Luciano
Isagro, il Davide della ricerca che regge il confronto con i big

La creatura industriale di Giorgio Basile ha attraversato gli anni della recessione mondiale raddoppiando il patrimonio e dimezzando i debiti grazie alla ricerca e sviluppo e ai parter internazionali

Entrare nel tunnel della recessione mondiale con debiti per 180 milioni di euro e un patrimonio di circa 60 milioni; e ritrovarsi, cinque anni dopo, con un patrimonio di circa 100 milioni e debiti finanziari per circa 50 milioni, peraltro tutti a fronte del solo capitale circolante. Il tutto, investendo ogni anno il 10% del fatturato in ricerca. E’ l’alchimia gestionale di Isagro, creatura aziendale a immagine e somiglianza del suo fondatore, Giorgio Basile, e del team di manager appassionati...

economy mag

CONTINUA A LEGGERE I TUOI ARTICOLI CON

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400