E poi il piacere...

Fa il vino tinto in Argentina “el hijo prodigo” che ce l’ha fatta

Storia di un’innamoramento fulmineo, per la viticoltura di Mendoza, e di una scommessa vinta: quella di fare dei grandi Bordeaux anche tra le pampas

Marco Gemelli
Fa il vino tinto in Argentina  “el hijo prodigo” che ce l’ha fatta

I fratelli Alessandro e Marco peri e in primo piano il papà Benedetto. Sotto una bottiglia di malbec El Hijo Prodigo

Ha saputo ricercare l’opportunità della vita là dove tutti vedevano solo la crisi: quando nel 2001 l’Argentina dichiarò default, il 51enne Alessandro Speri intravide la possibilità di coniugare il background familiare della viticoltura con la passione per il Sudamerica. Nacque così “El Hijo Prodigo”, il “figliol prodigo” della parabola evangelica che diventa il nome dell’azienda di Mendoza, nel cuore della zona vinicola del Paese. Fu l’agronomo toscano Claudio Palchetti a trasmettergli negli anni ‘90 la curiosità per i vini a...

Economy Mag

Continua a leggere i tuoi articoli con

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag